I programmi della Strada del Barolo per il 2017

VINO E TURISMO La Strada del Barolo ha presentato il programma 2017. Spiega il presidente Lorenzo Olivero: «È necessario non tanto aumentare la quantità delle iniziative, bensì puntare sulla qualità, che è l’elemento che caratterizza il nostro territorio». Il mercato del vino sta cambiando e bisogna mantenersi al passo. «Si è ridotta l’età media di coloro che si interessano al vino ed è cresciuto il livello di competenza nei consumatori», aggiunge Olivero.

Quest’anno la Strada del Barolo ha in programma il rafforzamento della collaborazione con l’Enoteca regionale del Barolo. Il calendario delle attività dell’associazione avrà inizio lunedì primo maggio con la caccia al tesoro nella Langa del Barolo, mentre sabato 27 maggio torna “Io, Barolo”, con la presentazione dell’annata 2013 al castello di Roddi. A ottobre è in programma “Rendez-vous sulla Strada del Barolo”, fine settimana di visite alle cantine. Saranno inoltre riproposte le Wine tasting experience alla Fiera del tartufo e le Food & wine experience alla Cantina comunale di Castiglione Falletto, oltre agli educational tour per giornalisti.

Infine, c’è il progetto “Ambasciate del Piemonte”, che punta a promuovere i nostri vini all’estero. Alcuni ristoranti, investiti del titolo di “Ambasciate del Piemonte”, avranno il compito di promuovere la Strada del Barolo, tenendo nella loro carta i vini piemontesi.

Elisa Pira