Si parla di lavoro, voucher e referendum con Carlo Petrini e Sergio Cofferati

BRA In occasione dei due referendum promossi dalla Cgil sul lavoro, il sindacato organizza un incontro per giovedì 16 marzo, alle 20.45, nell’auditorium della Cassa di risparmio di Bra in via Principi di Piemonte. L’iniziativa si inquadra nella campagna elettorale referendaria per il sostegno ai due referendum promossi dalla Cgil “#con2sì”, per l’abrogazione dei voucher (i buoni lavoro) e per riconquistare la responsabilità solidale degli appalti.
La Cgil vuole l’abrogazione dei voucher in contrasto con l’uso indiscriminato di questo strumento che, secondo il sindacato, non ha ridotto la precarietà, ma l’ha estesa e istituzionalizzata, non ostacolando affatto il lavoro nero. «Il lavoro occasionale va normato con contratti completi di tutte le garanzie contributive, previdenziali e assicurative», sottolinea la Cgil.
Sì anche all’abrogazione dei limiti di “responsabilità solidale” negli appalti, con l’intento di garantire quei lavoratori che vantano crediti retributivi e contributivi nei confronti del datore di lavoro (appaltatore).
L’incontro ha come titolo “Il lavoro e i diritti” e due ospiti d’eccezione, l’ex segretario generale della Cgil ed ex sindaco di Bologna Sergio Cofferati e Carlo Petrini, fondatore e presidente internazionale di Slow Food, che saranno intervistati dal giornalista della Stampa Gianni Martini; introdurrà i lavori Davide Masera, segretario della Cgil di Cuneo.

li.fe.