Gelate: il M5s chiede alla Regione di riconoscere lo stato di calamità per le aziende agricole

Brina sulle foglie-foto d'archivio

M5s Paolo Mighetti, Consigliere regionale pentastellato e Paolo Romano, deputato M5s chiedono di avviare al più presto l’iter per il riconoscimento dello stato di calamità naturale in Piemonte dopo le gelate di questi giorni: «Occorre per consentire agli agricoltori piemontesi di accedere al Fondo di solidarietà nazionale in seguito ai bruschi cali di temperatura registrati nei giorni dal 16 al 20 Aprile. La Giunta si attivi in tempi utili con l’obiettivo di dare risposte concrete a chi ha subìto gravi danni»

I due pentastellati aggiungono: «Quanto avvenuto in questi giorni è stato un duro colpo per molte realtà della Regione. Alberi da frutto, ortaggi, vitigni e vigneti hanno riportato danni ingenti. Un fine inverno freddo dopo le temperature primaverili dei giorni scorsi ha provocato la formazione di brina, gelate estese nei campi e grandine, con pesanti ripercussioni sulle colture ed in particolare sulle piante più piccole e più giovani»