Arte altomedievale e Piemonte romano al museo Eusebio

ALBA La storia dell’arte dell’alto Medioevo tra Piemonte e Lombardia è il tema del primo dei corsi allestiti dal museo Federico Eusebio con Ambiente e cultura. Tra III e IV secolo la diffusione del cristianesimo diede origine a iconografie basate su simboli già diffusi nel mondo classico, ma che vennero riadattati al contesto e assunsero nuovi significati. E il corso è dedicato proprio alle grandi testimonianze artistiche nate dopo l’Impero romano, dalla nascita dell’arte paleocristiana agli sviluppi di quella carolingia.

Gli incontri condotti da Sinia Fazio, sono previsti ancora il 19, 26 maggio e 1° giugno, dalle 19 alle 21 nell’aula didattica del museo di Alba. Ai quattro appuntamenti si aggiungerà un’escursione a Pavia, in data da concordare con i partecipanti e ai partecipanti sarà dato il libro edito dal museo Marmi romani dal museo civico Federico Eusebio di Alba.

La seconda proposta è il corso La romanità in Piemonte, una terra abitata da una popolazione – i Liguri – che molto filo da torcere diede alle legioni per poi diventare parte integrante del mondo romano: gli incontri condotti da Gianmarco Gastone, dell’Università di Torino, esploreranno le imponenti tracce che la romanità ha lasciato in questo territorio.

Le date previste sono, dopo quella iniziale del 12, il 19 e 26 maggio oltre al 1° giugno, dalle 21 alle 23. Anche in questo caso è prevista un’escursione all’area archeologica di Augusta Bagiennorum e al turriglio di Santa Vittoria, oltre che al borgo Coliseo di Pollenzo. Le ultime due lezioni del corso saranno incentrate sulle vicende di alcune città, Alba Pompeia, ma anche Dertona, Augusta Taurinorum, Pollentia. Anche in questo caso i corsisti riceveranno il volume sui marmi romani.

Per informazioni e prenotazioni occorre andare sul sito ambientecultura.it