Su questo sito utilizziamo cookie tecnici.

Marina Marcarino è la nuova presidentessa dell’associazione Albeisa

ALBA Sarà Marina Marcarino a guidare Albeisa, l’associazione fondata nel 1973 per riunire i produttori dell’albese attraverso l’utilizzo della caretteristica bottiglia. Marcarino, proprietaria dell’azienda vinicola Punset di Neive, subentra al presidente uscente Alberto Cordero di Montezemolo.

«Sono molto felice della carica che mi è stata assegnata – ha commentato Marina Marcarino – la mia presidenza sarà volta a rendere Albeisa ogni giorno di più un mezzo di comunicazione con e del nostro territorio».

Continuando sul tracciato dell’ex presidente Montezemolo, Marcarino metterà il lavoro di squadra al centro della sua presidenza. «Dobbiamo lavorare insieme perché solo attraverso sinergia e apertura otterremo risultati soddisfacenti. Il CdA funzionerà grazie alla condivisione e al dialogo non solo interno, ma con tutti gli enti del territorio. Sarà un Consiglio motivato e produttivo che darà la possibilità anche a esponenti molto giovani di giocare un ruolo di primo piano nell’operato dell’associazione. A questo riguardo basti pensare che la metà del Consiglio sarà composta da membri under 40», spiega Marcarino.

Fra i primi impegni della nuova presidenza ci sarà la creazione di un progetto volto a incrementare i dati legati alla produzione della bottiglia Albeisa. Ottimi risultati sono stati ottenuti nel corso degli anni, ma l’obiettivo è migliorare ancora le cifre raggiunte. Parallelamente, Marina Marcarino si impegnerà per portare avanti in modo vincente la campagna di comunicazione avviata da Montezemolo e che pone sotto i riflettori la bottiglia in sé e lo stretto legame che simboleggia tra i vini delle Langhe e il loro territorio di origine. La campagna si rivolgerà sempre più ad un pubblico giovane, nazionale e internazionale, anche avvalendosi dei social network e del web. Nel segno della continuità, proprio l’apertura verso le nuove generazioni e l’estero continueranno a essere capisaldi del mandato che si appresta a cominciare. «Continuerò a puntare sull’internazionalizzazione e sul lavoro dei giovani perché sono convinta che attraverso l’adeguato supporto le nuove generazioni possano apportare un indispensabile valore aggiunto», conclude la neopresidentessa.