È morto Cesare Canonica ex sindaco di Torre Bormida

TORRE BORMIDA È morto Cesare Canonica, l’ex sindaco di Torre Bormida, aveva 81 anni. Negli ultimi tempi era ricoverato all’ospedale di Cuneo. Sabato 10 giugno, alle 20.30, verrà recitato il rosario nella chiesa parrocchiale del paese. Il funerale, domenica 11 giugno, alle 16.

Cesare Canonica è stato primo cittadino di Torre Bormida ininterrottamente dal 1964 al 2004, proseguendo l’attività amministrativa fino al 2014 come vicesindaco. Tra le varie onorificenze  nel 2005 ha ricevuto il premio “Fedeltà alla Langa” di Bergolo, riconoscimento mai più azzeccato vista la straordinaria lotta portata avanti contro l’Acna di Cengio che ha inquinato per decenni tutta la valle Bormida. Fu emblematica l’azione di Canonica che, da sindaco e viticoltore, negli anni più difficili della lotta contro l’Acna, per vendere il vino doveva scrivere “Torre B.” sulle etichette del proprio vino perché il nome Bormida era sinonimo di inquinamento.

Cesare Canonica ha sempre creduto nelle potenzialità del territorio dell’alta Langa, portando avanti con impegno e passione la tradizione di produrre vino proveniente dai caratteristici terrazzamenti, seguendo con successo la coltura biologica. Nel 1996 fu insignito del premio “Fedeltà al lavoro e al progresso economico” dalla Camera di commercio di Cuneo.

Lascia la moglie Tina, la figlia Emanuela, il genero Lorenzo (già vice sindaco di Castelletto Uzzone e assessore comunale a Torre Bormida dal 2014) e la nipote Ludovica.

Fabio Gallina