Gazzetta d'Alba – Dal 1882 il settimanale di Alba, Langhe e Roero

Tre comunità parrocchiali riunite in festa intorno a don Franco Gallo

ANNIVERSARIO Intorno a don Franco Gallo, la domenica, tutti i bambini del catechismo, seduti sulle panche che seguono la forma del pesce, al centro della chiesa della Trasfigurazione, ascoltano omelie che parlano al cuore, profonde eppure comprensibili, in cui si inseguono le citazioni di autori latini, Sacre Scritture, poeti, scienziati e filosofi, da Origene a Pasolini, passando per Nietsche e Locke.

Attorno a don Franco Gallo domani, giovedì 29 giugno,  si riuniranno i fedeli delle tre parrocchie di cui è titolare, Mussotto, Piana Biglini e Scaparoni, per festeggiare il 50° anniversario della sua ordinazione presbiterale.Alle 18.30, nella chiesa di Mussotto il vescovo Marco Brunetti presiederà la Messa dell’anniversario, ma sarà don Franco a formulare  l’omelia.

Forse ricorderà quel suo compleanno speciale dei 24 anni, il 29 giugno del 1967, quando nella cattedrale di Alba il vescovo di allora, mons. Giovanni Dadone, lo ordinò sacerdote. O gli anni trascorsi come vice parroco a Castagnole delle Lanze, Neive, Cristo Re, o come parroco a Bricco di Neive, Santa Margherita e infine a Mussotto, Piana Biglini e Scaparoni.

Forse nell’omelia citerà i lunghi anni di insegnamento al liceo Cocito, dove aiutò a crescere nella fede e nel pensiero generazioni di studenti. O rievocherà quelli di impegno culturale con Il Nucleo. O forse ricorderà la natìa Torre Bormida, la fede imparata a casa, nella testimonianza quotidiana, semplice e serena della mamma, le sere nella stalla, in cui si recitava il rosario in quel latino che, bambino, non conosceva. Forse racconterà l’esperienza appena trascorsa del ritiro estivo dei ragazzi mussottesi dai 10 ai 13 anni nella casa paterna di Torre, che ha trasformato in una casa vacanze sempre pronta ad accogliere gruppi parrocchiali e scout. Di certo don Franco, pur parlando all’assemblea, saprà mettere a frutto una delle qualità che lo hanno fatto stimare così tanto dai suoi parrocchiani: entrare in relazione con ognuno dei fedeli, sollecitando il buono che c’è in ogni cuore.

Alla Messa seguirà un momento conviviale.  Per motivi organizzativi è opportuno segnalare la propria partecipazione telefonando ai numeri 348-25.56.260, 338-19.25.092 o 333-49.54.324.

Valeria Pelle