Su questo sito utilizziamo cookie tecnici.

Ad Alba una sfilata di lanterne per Burattinarte e Arlecchino

SPETTACOLI La 23ª edizione di Burattinarte annuncia un calendario ricchissimo di eventi, con spettacoli della tradizione in veste rinnovata, una inusuale Lantern parade, e una “coda” di appuntamenti, detta Oltrefestival, che si protrarrà  tra agosto e settembre.

Il primo appuntamento sarà ad Alba, sabato 8 luglio.

 

Dalle 18.30 alle 21.30, verrà portato in piazza dall’associazione Respiro di Belvedere Langhe, il Ludobus, un autobus colorato che trasporta due conduttori, insieme a giochi della tradizione e laboratori creativi con materiali di recupero. Si distingue per la varietà, l’interesse e l’originalità delle attività proposte, oltre alla professionalità acquisita negli anni (è stato il primo ludobus a operare nella zona). Verranno proposti giochi tutti autocostruiti, rivisitando stili e materiali della tradizione popolare oltre che di un certo pregio estetico, tutti realizzati con materiali di riciclo (molti prendono spunto dalla Collezione di Giocattoli “Michele Chiesa”).

 

Per cena l’associazione LaCasaRotta (Alba /Cherasco) cucinerà le Frittelle favolOse: la bouvette di Burattinarte sarà composta da crepes dolci e salate accompagnate da una fiaba o una filastrocca raccontata, scritta o letta dagli attori dell’associazione Magog (Alba).

 

Dalle 21.30 alle 22 andranno in scena le Pispole! Versi a viva voce, incursioni artistiche in piazza, in cui verranno declamati versi e parole in libertà, sempre a cura degli attori dell’associazione Magog, mentre da piazza Garibaldi a piazza Duomo si snoderà la Lantern parade, una suggestiva, multiforme e colorata sfilata di lanterne create durante il laboratorio artistico SummerArt in occasione del progetto Estate Ragazzi con la compagnia inglese Articulate.

Alle 22 Paolo Papparotto insieme a Cristina Marin (Treviso), animeranno la piazza con Arlecchino e il bragosso fantasma, uno spettacolo dagli accenti favolistici ambientato a Venezia, città magica per eccellenza, che prevede il gioioso coinvolgimento del pubblico dei bambini. L’artista che dal 1982 si specializza in burattini della tradizione veneta e in Commedia dell’Arte, ha realizzato un lungo lavoro di recupero, in modo originale e moderno, del carattere autentico delle maschere veneziane, che si era ormai quasi perduto nelle baracche burattinesche. Nello spettacolo “Una misteriosa barca è attraccata durante la notte nel canale sotto la casa di Pantalone…una tartana?…una feluca? Un sampan? Ma no… è un bragosso! a quando è apparsa cose inquietanti, mostri mitologici, esseri diabolici cominciano a movimentare la normale vita di Campo della Misericordia.  Andranno affrontati da Arlecchino con coraggio e con l’aiuto dei bambini!”.

In caso di pioggia gli spettacoli si svolgeranno sotto i portici di piazza Duomo.

Tutti gli eventi di Burattinarte sono a ingresso libero.