Raccolta carta: in Piemonte trend positivo, nella Granda crescita record

AMBIENTE Cresce la raccolta differenziata di carta e cartone in provincia di Cuneo. Lo testimonia il 22° rapporto annuale di Comieco, il consorzio nazionale per il recupero e il riciclo degli imballaggi a base di cellulosa. Infatti, la Granda ha registrato rispetto al 2015 un +3,9% che equivale a 58,8 kg per abitante. Assieme ad Asti (raccolta media di 51,6 kg annui e una crescita di 3,3%) è la provincia in cui si è verificato l’incremento più significativo.

In generale, il Piemonte si conferma una delle regioni più virtuose in termini di raccolta differenziata di carta e cartone, come dimostra l’aumento del 0,4%. In termini concreti, sono oltre 265.000 le tonnellate raccolte in regione nel 2016, che si traducono in 60 kg pro capite. Il dato nazionale è pari a 53,1 kg/abitante, mentre è Biella la provincia più virtuosa della regione, con 78,9 kg per abitante e 14.781 tonnellate.

Ha commentato Carlo Montalbetti, direttore generale di Comieco: «Il salto in avanti nella raccolta differenziata di carta e cartone in Piemonte si allinea al trend generale del Nord Italia: +1,5%. Con le sue 30 convenzioni attive in Piemonte, nel 2016 il consorzio ha gestito il 60% della quantità totale di carta e cartone raccolta in regione. L’ impegno dei cittadini e delle amministrazioni nel separare e raccogliere correttamente carta e cartone nel 2016 si è tradotto in oltre 10 milioni di euro di corrispettivi destinati ai comuni piemontesi convenzionati».

Nel prossimo numero di Gazzetta in edicola un ampio servizio sulla raccolta rifiuti.

Fabio Dellavalle