Volontari per l’arte aprono di domenica il museo Dedalo Montali

RODELLO
Il Museo diocesano, Turismo in Langa, Colline e culture, il Comune e la Residenza di Rodello, con Be street ha organizzato “Rodello arte”. Il progetto, sostenuto dalla fondazione Crc, ha ricreato a Rodello l’ambiente nel quale il canonico Mario Battaglino promosse, alla fine degli anni Sessanta, un seminario sperimentale al quale aderirono giovani artisti fra cui Piero Ruggeri, Giorgio Ramella, Bruno Sandri, Beppe Morino sotto la guida di Enrico Paulucci. Il gruppo di opere allora prodotte è rimasto nella chiesa dell’Immacolata e forma il primo nucleo del museo di arte religiosa.

Dedalo Montali fu incaricato di decorare e arredare la cappella

All’artista di origine sarda è intitolato il museo che ora ospita le opere di Valentina Aceto, Livio Billo, Serena Laborante, Sergio Manconi, Camilla Marinoni, Roberta Montaruli, Ranieri Ceccarelli, Angela Policastro, Ivana Sfredda e Paolo Vergnano: dipinti, sculture e installazioni frutto di “Rodello arte” che sono visitabili, insieme alla collezione permanente del museo su richiesta, chiamando il numero di telefono 0173-36.40.30 oppure 345-76.42.123 con una guida turistica.

Grazie ai Volontari per l’arte della diocesi, il museo sarà aperto domenica 2 e 9 luglio, e il 6 agosto con orario 15-18. L’ingresso è gratuito.