Su questo sito utilizziamo cookie tecnici.

Asor Rosa, Dandini e Ferretti, i prescelti per il premio Pavese

SANTO STEFANO BELBO Alberto Asor Rosa, Serena Dandini e Gian Carlo Ferretti sono i vincitori del premio letterario Cesare Pavese, che sarà consegnato domenica 27 agosto, alle 10, nella casa natale di Cesare Pavese a Santo Stefano Belbo, sede del Cepam. Sarà l’occasione per conoscere da vicino i vincitori nel corso della cerimonia coordinata da Luigi Gatti, presidente del premio, e da Giovanna Romanelli, guida della giuria formata da Adriano Icardi, Andrea Rondini, Patrizia Valpiani, Franck Senninger, Giuseppe Rosso e Luciana Bussetti Calzato.

Nel corso dell’incontro l’attrice Chiara Buratti leggerà brani della raccolta di racconti di Asor Rosa Amori sospesi (Einaudi), della speciale guida Avremo sempre Parigi (Rizzoli) di Serena Dandini e del saggio di Ferretti L’editore Cesare Pavese (Einaudi), biografia di Pavese riguardante il ruolo rilevante che ebbe all’interno della casa editrice torinese.

Nell’ambito dei premi collaterali, Maria Teresa Gasbarrone sarà premiata per la tesi di laurea Val la pena essere solo, per essere sempre più solo? e saranno consegnate tre menzioni di merito a Patrizia Consolo, Massimo Novelli e Pier Franco Quaglieni.

Questi, invece, i vincitori per la sezione delle opere inedite: Enza Sanfilippo, Michele Fassino, Antonio Tartaglia, Franca Maria Ferraris, Bruna Cerro e Giuseppe Sanero.

Antonio Bonelli, Efisio Lippi Serra, Aldo Franzini, Marco Pescetto, Davide Schiffer, Jean Marie Beuzelin e Gilles Cabrol sono i destinatari dei riconoscimenti rivolti ai medici scrittori.
La cerimonia sarà preceduta – la sera di sabato 26 alle ore 21 – da una tavola rotonda, moderata da Giovanna Romanelli e dedicata al “Ruolo della letteratura nella nostra nuova condizione esistenziale”.
Gli ospiti d’onore dell’incontro saranno gli stessi vincitori del premio organizzato dal centro pavesiano Museo casa natale. Per informazioni si può telefonare al numero 335-54.94.446.

Fabio Gallina