Borgna ha riassegnato le deleghe ai consiglieri provinciali

CUNEO Dopo la ricomposizione del Consiglio provinciale i cui membri sono scesi di numero da 12 a 10 per effetto delle elezioni amministrative comunali del giugno scorso, il presidente della Provincia Federico Borgna ha riassegnato le deleghe ai consiglieri provinciali.

Ecco come sono ripartiti gli incarichi

  • Flavio Manavella (vicepresidente):  lavori pubblici e viabilità (reparti di Cuneo e Saluzzo), cave;
  • Luciano Alesso: presidio del territorio, caccia pesca parchi e foreste, vigilanza e servizio antisofisticazione vinicola;
  • Claudio Ambrogio: tutela del territorio, gestione rifiuti, autorizzazioni integrate ambientali, controllo emissioni ed energia;
  • Sergio Di Steffano: acque minerali e termali, sistemi informativi;
  • Giorgio Lerda: protezione civile, coesione sociale e politiche sociali e giovanili, pubblica tutela, servizio civile e volontariato;
  • Marco Perosino: bilancio e programmazione, pianificazione, viabilità (reparti di Alba e Mondovì);
  • Maurizio Marello: grandi infrastrutture e fondi Crosetto;
  • Annamaria Molinari: affari generali, pari opportunità, supporto all’area vasta;
  • Roberto Passone: personale e organizzazione,  lavoro, trasporti, acque e Via;
  • Milva Rinaudo: istruzione, edilizia scolastica, programmazione europea.
  • Sono riservate alla competenza del presidente Federico Borgna: gestione del patrimonio, associazioni e organismi partecipati, avvocatura, turismo sport e montagna e tutto quanto non espressamente previsto nella precedente elencazione.