Gli ex alunni del liceo Govone hanno accolto le nuove leve

SCUOLA  Per salutare i nuovi arrivati, augurare il meglio a chi ha iniziato l’università e, soprattutto, iniziare le lezioni con lo spirito giusto, il liceo Govone ha accolto i suoi studenti con la cerimonia di inaugurazione dell’anno scolastico. «È un appuntamento fisso, con il quale ci piace dare avvio ai mesi e alle sfide che verranno», ha spiegato il dirigente Luciano Marengo.

Oltre alla consegna dei diplomi Esabac ai 26 studenti dell’indirizzo internazionale che quest’estate hanno conseguito la maturità, quest’anno la cerimonia è stata all’insegna delle neuroscienze. All’intervento di Marina Patrini, direttore del servizio di neuropsichiatria infantile dell’Asl Cn2, è seguita la consegna di un premio speciale a Bianca Slivinschi. Diciannovenne di La Morra, a luglio si è diplomata al liceo albese e sta per iniziare l’università. Interessata sia alle materie classiche sia a quelle scientifiche, ha vinto la fase nazionale delle Olimpiadi di neuroscienze, promosse dalla Società italiana delle neuroscienze, ed è stata a Washington per confrontarsi con altri ragazzi di tutto il mondo.

Ha spiegato a Gazzetta: «È stata un’esperienza straordinaria dal punto di vista formativo e umano. Non capita tutti i giorni di poter condividere tanti momenti con giovani provenienti da Paesi diversi. E anche i docenti sono stati di grande ispirazione». Slivinschi non ha dubbi: «Il Govone è una scuola meravigliosa: ho appreso nozioni che ricorderò per sempre. E sceglierei il mio liceo altre mille volte».

f.p