L’opposizione chiede le dimissioni di un consigliere comunale

NEIVE Durante l’ultima seduta del Consiglio comunale, la consigliera di minoranza Annalisa Ghella ha chiesto, verbalmente, le dimissioni del consigliere di maggioranza Bruno Rivetti. La richiesta è maturata a seguito della precedente assemblea, durante la quale, ad alcune interrogazioni da parte di Ghella, Rivetti si sarebbe rivolto a lei con toni e lessico non adeguati, tali da farle chiedere che fosse ripristinato l’ordine in aula. «Il Consiglio comunale è l’unica occasione in cui la minoranza può far sentire la propria voce, e riteniamo che tutti i membri che ne fanno parte debbano tenere, comunque e sempre, un comportamento consono alla loro carica», commenta il consigliere di opposizione Dino Icardi.

«Il consigliere Rivetti non ha nessuna intenzione di dimettersi. Sono vent’anni che è impegnato nell’Amministrazione e gode della massima fiducia mia e degli altri consiglieri», replica il sindaco Gilberto Balarello, che aggiunge: «Il precedente Consiglio è stato caratterizzato da provocazioni continue e da un crescendo di polemiche sterili. Inoltre, lo scambio verbale tra i due consiglieri è avvenuto quando la seduta era già terminata».

All’origine della questione una serie di interrogazioni della minoranza relative alle problematiche su viabilità, mancanza di comunicazione con i commercianti, tenuta del verde nel centro storico.  «Abbiamo riscontrato una mancanza di programmazione e di investimenti. Neive appartiene ai Borghi più belli d’Italia, ma l’attività in quel contesto non è adeguata. Stiamo adottando la politica delle interrogazioni per stimolare. Questa concezione della gestione pubblica, che riteniamo arcaica, non è in linea con un paese che ha delle potenzialità come Neive», è il commento di Attilio Giacosa, capogruppo di minoranza.

Decisa la risposta di Balarello: «Molti interventi sono stati fatti, senza dimenticare nessuna parte del paese, come la ristrutturazione della scuola di Arte bianca, degli edifici scolastici e del salone Mezzocolle, oltre a numerosi interventi sulle strade. È in programma il restauro della torre dell’orologio e stiamo realizzando nuovi parcheggi nel centro storico. Il turismo è in crescita, le strutture ricettive negli ultimi anni si sono triplicate».

Silvana Fenocchio