Su questo sito utilizziamo cookie tecnici.

Quarta settimana di Fiera del tartufo. Tutti gli eventi di Alba

ALBA Sarà un week-end lungo cinque giorni. L’87ª edizione della Fiera internazionale del tartufo bianco d’Alba non va in vacanza, ma apre le porte durante tutti i giorni del ponte di Ognissanti, da sabato 28 ottobre a mercoledì 1° novembre, con un ricchissimo programma di appuntamenti, incontri, degustazioni.

Il Tartufo incontra Tokyo

Il Distretto di Tokyo sarà ospite della Fiera dal 28 ottobre al 1 novembre. In sala Beppe Fenoglio, sarà possibile entrare in contatto con alcuni elementi cardine di una delle cucine più importanti del mondo, nota per essere estremamente bilanciata e salutare. Yumiko Momoi delegata dalla prefettura di Tokyo ed esperta di narrazione del cibo italiano nella terra del Sol Levante, porterà in Fiera una delegazione a disposizione del pubblico per illustrare e raccontare le peculiarità dei particolari prodotti che caratterizzano la tradizione gastronomica del suo Paese. Il Giappone, le Langhe e il Roero sono terre lontane, con infinite affinità, quali la ricerca e la scoperta di dimensioni gastronomiche legate ai territori di appartenenza con uno sguardo rivolto alla salvaguardia dei gesti e degli ingredienti antichi, la visione della cucina come potenziale effetto di traino economico e di rafforzamento di una proiezione culturale internazionale. “Washoku” parola giapponese che significa “armonia del cibo” è l’approccio tradizionale, una pratica sociale che trae origine e si fonda su conoscenze, competenze e pratiche tradizionali di scelta, lavorazione, produzione e consumo del cibo, in stretta correlazione con l’utilizzo sostenibile delle risorse naturali. Il “Washoku” è stato dichiarato patrimonio immateriale dell’umanità dall’Unesco nel 2013, la stessa lista alla quale è candidata la cultura del tartufo.

Il Giappone sarà protagonista anche domenica 29 ottobre, alle 15, con La Pina. La celebre conduttrice di Radio deejay presenterà il libro I love Tokyo, dedicato alla sua personale esperienza della capitale nipponica, un innamoratissimo viaggio tra colori sapori e tradizioni del Sol Levante.

Prestigiosi ospiti 

Altri prestigiosi ospiti saliranno sul palco dell’Alba truffle show. Sabato 28 ottobre, alle 15, la lectio magistralis “La cura dell’uva” del celebre dietologo e nutrizionista Giorgio Calabrese, che parlerà degli effetti benefici dell’uva e del vino sulla salute.

Lunedì 30 ottobre, alle 15, presentazione degli extrafood, ovvero i super-cibi dedicati alle nuove frontiere dell’alimentazione extra-domestica, per unire una fonte di ispirazione gastronomica efficace, una moderna letteratura esperienziale a un trend dalla finalità educativa, soprattutto verso le nuove generazioni. Gli extrafood daranno vita a una singolare competizione tra gli Istituti Alberghieri di Piemonte e Liguria, che si sfideranno all’interno dell’Alba truffle show, durante lo spazio dei Foodies moment. Il concorso – promosso dalla Confraternita del bollito e della pera Madernassa di Guarene con il sostegno dell’insegna distributiva Conad e della Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo – mette al centro due “superfrutti” emblematici dell’agricoltura piemontese, rispettivamente simbolo di una radicata tradizione e di una innovazione sostenibile: la storica pera Madernassa di Guarene e del Roero e il giovane baby-frutto piemontese Nergi. A valutare le proposte degli junior chef degli Istituti partecipanti, sarà una giuria di qualità rappresentata da figure autorevoli del mondo food, comunicazione, benessere, sport, eventi ed economia, a partire dal critico gastronomico Paolo Massobrio – qui in veste di presidente – che condurrà anche i lavori dell’evento insieme alla giornalista Renata Cantamessa.

Martedì 31 ottobre, infine, alle ore 11, l’ex rettore dell’Università di scienze gastronomiche, il professor Piercarlo Grimaldi, presenterà il suo libro Di tartufi e di masche. Il Tartufo bianco d’Alba: una storia notturna.

A scuola di design 

Lunedì 30 ottobre, sala Beppe Fenoglio ospita A scuola di Design, progetto educativo che vede impegnati l’Ente Fiera internazionale del tartufo bianco d’Alba e il liceo artistico statale Pinot Gallizio di Alba. Dalle ore 11 alle 13 circa, A scuola di design presenterà i lavori realizzati dalle classi 5 A indirizzo “figurativo”, 5 B indirizzo “grafico” e 4 C indirizzo “architettura” ispirati al progetto De truffle. Gli studenti dell’indirizzo grafico mostreranno manifesti pubblicitari che omaggiano lo stile e l’innovazione della «fabbrica dei sogni» di Omegna. I ragazzi del figurativo presenteranno alcune interpretazioni di celebri quadri delle avanguardie del ‘900 in cui, ricontestualizzati, appaiono alcuni dei più iconici prodotti Alessi. La quarta a indirizzo architettura, infine, presenterà piccoli “oggetti funzionali” e gadget realizzati a partire dai lavori dei designer e degli architetti presenti all’interno della mostra De truffle. A scuola di design si inserisce perfettamente nel contesto della Fiera, sottolineando il connubio tra innovazione e tradizione, territorio e arte che quest’anno caratterizza i temi portanti dell’87ª edizione.

Foodies moments

Come ogni fine settimana, saliranno sul palco dell’Alba Truffle Show alcuni tra i migliori chef italiani. Sabato 28 ottobre alle 11, Ugo Alciati del Guido Ristorante di Serralunga d’Alba e, alle 18, Giampiero Vento del Truffle Bistrot di Santo Stefano Belbo. Domenica 29 ottobre alle 11, Luigi Taglienti del Lume di Milano e, alle 18, Mariuccia Roggero, del San Marco di Canelli. Mercoledì 1 novembre sarà la volta di Damiano Nigro del ristorante di Villa D’Amelia a Benevello e, alle 18, Davide Palluda del ristorante All’Enoteca di Canale.

Il Salotto dei gusti e dei profumi con la nocciola Piemonte Igp Alta Langa

Per tutto il week-end e il ponte di Ognissanti, in piazza Risorgimento, nel suggestivo contesto del centro storico, in uno spazio elegante e curato sarà possibile degustare la nocciola Piemonte Igp nelle sue varie declinazioni, sotto la guida di personale esperto.

Il Mipaaf – Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, l’Ente Fiera della Nocciola e Prodotti Tipici dell’Alta Langa, in collaborazione con l’Ente Fiera internazionale del tartufo bianco d’Alba e il supporto del Consorzio turistico Langhe Monferrato Roero, organizza “La Nocciola più buona del mondo nel Salotto dei gusti e dei profumi”. Il Salotto è un punto espositivo che intende riproporre l’ambiente di una raffinata pasticceria che utilizza la nocciola piemontese dell’Alta Langa, esaltandone le straordinarie qualità organolettiche che la rendono unica al mondo.

Grazie al Mipaaf, pannelli esplicativi, racconti, laboratori di degustazione, anche in lingua, permetteranno ai visitatori un incontro approfondito con la Nocciola ed il suo mondo, trasmettendo attraverso la qualità gustativa, le sue trasformazioni e i suoi impieghi culinari, le sue migliori peculiarità e, insieme, una cultura di territorio. L’evento vedrà inoltre il gemellaggio con il Moscato Docg dell’Enoteca regionale Colline del moscato di Mango e con l’Alta Langa Docg, grazie al Consorzio Alta Langa Docg, official sparkling wine della Fiera. Anche la Confraternita della nocciola tonda gentile di Langa parteciperà all’evento contribuendo alle degustazioni guidate e all’atmosfera di animazione, entusiasmo e vivacità.

La nocciola più buona del mondo nel Salotto dei gusti e dei profumi è un evento realizzato grazie al contributo del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, dell’Unione Comuni Alta Langa, della Regione Piemonte, della Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo, della Fondazione Cassa di Risparmio di Torino, dell’ATL Langhe e Roero, del Consorzio Prodotti Tipici Langhe Monferrato Roero, dell’Associazione Commercianti Albesi e di Alta Langa Azienda Agricola.

Eventi di piazza

Sabato 28 e domenica 29 ottobre, dalle 10 alle 19, l’associazione Go wine, d’intesa con l’Ente Fiera internazionale del tartufo bianco d’Alba organizza ad Alba la diciassettesima edizione della manifestazione “Langhe e Roero in Piazza… con la Granda”. La partecipazione dei prodotti di eccellenza della Provincia di Cuneo si sposa con la magia del tartufo bianco d’Alba. Saranno di scena i formaggi, i prodotti ortofrutticoli, le specialità dolciarie tradizionali, il miele, gli insaccati e i salumi tipici del Cuneese. Ampio spazio alla produzione enologica con l’Isola del vino, dove si potranno degustare centinaia di etichette di produttori di Langhe e Roero. Dalla Liguria saranno presenti due realtà che porteranno in Piazza Risorgimento l’olio extravergine di oliva e le acciughe. Come per ogni evento, non mancano gli ospiti speciali. Saranno in particolare due territori e due eccellenze della gastronomia italiana: dalla Liguria l’olio extravergine di oliva e le acciughe. Dalle terre del Cilento, infine, arriva il pregiato Cilento olio Dop assieme ad altri prodotti della gastronomia locale.

Continua per tutti il ponte di Ognissanti, in piazza Falcone dalle 9.30 alle 20, La casa del comfort, il padiglione a cura di Confartigianato Imprese Cuneo dedicato all’innovazione nel settore dell’edilizia e della domotica, un viaggio tra gli ambienti domestici, con lo scopo di valorizzare le peculiarità e le eccellenze delle imprese artigiane collegate al settore casa. Il padiglione verrà inaugurato sabato 21 ottobre alle ore 11 e sarà visitabile tutti i week-end fino al 5 novembre, con apertura straordinaria durante il ponte di Ognissanti.

Musica e sport

Continuano anche le rassegne musicale nella Chiesa di San Giuseppe. Jazz&Co. giunge al suo terzo appuntamento mercoledì 25 ottobre, alle 21.00, con il Luciano Martinale Trio e Classica, i concerti della Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba, torna domenica, alle 11.00, con i solisti dell’orchestra sinfonica di San Remo.

Domenica 29 ottobre, infine, le Langhe saranno attraversate dall’Ecomaratona del Barbaresco e del Tartufo Bianco d’Alba. L’Ecomaratona è uno dei principali eventi podistici dell’autunno albese e vede la partecipazione di oltre mille atleti provenienti dall’Italia e dall’estero. L’ottava edizione si svolgerà su di un percorso di 42,195 km tra i quattro comuni di produzione del prestigioso Barbaresco Docg: Alba, Barbaresco, Neive e Treiso. La competizione prevede anche una mezza maratona di 21 km e una camminata di 10 km. La partenza e l’arrivo sono nel centro storico di Alba, dove viene organizzato il pranzo Piemonte in tavola con vini delle Langhe ed eccellenze gastronomiche del territorio.