Tentano un furto e fuggono con auto in riserva. Fermate al distributore

CRONACA Capita a volte di sentir suonare il campanello ma non arrivare in tempo a rispondere. Più raramente, per fortuna, capita che chi ha suonato cerchi di entrare ugualmente forzando la porta. È quanto accaduto, però, a un cittadino braidese che, quando si è accorto che oltre alla sua porta c’era qualcuno che armeggiava con grimaldelli e altri arnesi da scasso, ha fatto rumore e ha messo in fuga i malviventi. Osservandoli scappare verso la strada e poi a bordo di un’auto, il braidese si è accorto che si trattava di tre giovani donne di etnia rom, due delle quali avevano tentato di scassinare la porta, mentre la terza le attendeva in auto.

Arrestate mentre facevano il pieno

Il braidese ha allertato il 112, fornendo la targa della Volkswagen Polo sulla quale erano fuggite e altri dettagli utili a identificare le tre donne, che si sono rivelate poi tutte pluripregiudicate, ma alquanto sprovvedute, perché intendevano fuggire con un’auto in riserva. Sono state, infatti, intercettate dai Carabinieri mentre facevano rifornimento.

Le tre donne, due ventenni e una quarantenne, sono state arrestate per tentato furto e trasferite in carcere a Torino.  Nei successivi controlli i Carabinieri hanno verificato che quella alla guida non aveva mai conseguito la patente ed era evasa dagli arresti domiciliari.