Gazzetta d'Alba – Dal 1882 il settimanale di Alba, Langhe e Roero

A Saluzzo scovato un latitante: era stato condannato per furto

CRONACA I Carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile, in Saluzzo, nel corso di un controllo sulle strade, hanno scovato un uomo che, da due anni, si era sottratto alla giustizia. Sull’uomo, di origini romene, gravava infatti un ordine di esecuzione per la carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Torino. Doveva scontare  un anno e un mese di reclusione, in relazione ad una condanna per furto aggravato.

Quando i militari lo hanno fermato, hanno rinvenuto  numerose bottiglie di superalcolici e confezioni di cosmetici, risultati provento di furto commesso presso un supermercato della zona. Il materiale è stato sottoposto a sequestro in attesa della successiva restituzione all’avente diritto. I due stranieri, l’uomo già condannato e latitante e il connazionale che viaggiava con lui, sono stati deferiti in stato di libertà alla Procura di Cuneo per il reato di ricettazione.

Negli ultimi giorni i Carabinieri  saluzzesi hanno denunciato in stato di libertà due stranieri di origine africana i quali, sottoposti ad un controllo per le vie del centro abitato di Saluzzo, hanno rifiutato di fornire le proprie generalità e di esibire il permesso di soggiorno.  Poche ore più tardi, un altro equipaggio del Nucleo radiomobile ha sorpreso un giovane del luogo in possesso di due coltelli a serramanico del genere proibito e di una modesta quantità di sostanza stupefacente del tipo marijuana, detenuta per uso personale. Il soggetto dovrà rispondere del reato di detenzione di oggetti atti ad offendere e della violazione amministrativa di detenzione di stupefacente per uso personale.

Sette sono stati, invece, i ragazzi denunciati per guida in stato di ebbrezza alcolica, mentre l’avventore di un locale pubblico è stato segnalato in Prefettura perché trovato in possesso di due grammi di marijuana.