Su questo sito utilizziamo cookie tecnici.

In Poetica, arti a confronto sotto le torri in tre giornate

ALBA Tre appuntamenti il 10, 18 e 19 novembre tra poesia e musica
“In Poetica”: una preposizione e un aggettivo vicini compongono il nome del festival trasversale delle arti, a cura di Alessandra Morra e ad Alba nelle giornate di venerdì 10, sabato 18 e domenica 19 novembre. Perché l’intento del progetto è quello di scendere nell’intimità della poesia attraverso forme artistiche differenti, eterogenee e all’apparenza lontane, ma unite dal gomitolo della creatività.

Spiega Alessandra Morra: «Le iniziative hanno alla base uno studio approfondito e appassionato sulle relazioni tra linguaggi diversi: la musica, la letteratura, l’arte, la dimensione del teatro-danza. Un laboratorio sperimentale che nelle versioni precedenti del festival toccò l’apice con Razmataz di Paolo Conte, che salì sul palco di Poetica nel 2015 regalando una conversazione ricca di significati. Oppure pensiamo al caso di Binario interrotto, performance di letteratura e teatro-danza all’interno della stazione ferroviaria di Alba in cui, collaborando con la fondazione Cesare Pavese, ripercorremmo il viaggio in treno dello scrittore verso Santo Stefano Belbo».

Binario interrotto

Gli appuntamenti di quest’anno sono numerosi. Si comincia venerdì 10 novembre alle 10: la biblioteca e il cortile esterno del liceo classico Giuseppe Govone saranno il palcoscenico della performance Emily, Virginia: una stanza tutta per sé, diretto da Morra in onore di Emily Dickinson e Virginia Woolf.

A lato, lo spettacolo di teatro-danza con il collettivo Scirò, diretto da Daniela Febino, insieme alla performer Vittoria Morino. Le musiche saranno curate dal maestro Manuel Zigante al violoncello. Spiega Morra: «L’obiettivo è riflettere sul concetto di spazio inteso come luogo creativo, ambito di ricerca, custode di libri e sapienza».
Alle 18.30, in via Bertero 8, nella galleria Busto mistero, si esibiranno Zigante e Anna Barbero Beerward.
Il programma di “In Poetica” prosegue il 18 novembre con un’intera giornata dedicata alle “Vie d’America”. La biblioteca del liceo classico Giuseppe Govone ospiterà, alle 10, la lezione “Born in the Usa” con un’analisi dell’Antologia di Spoon River del poeta statunitense Edgar Lee Masters. Alle 17.30 nel coro della Maddalena sarà presentato il libro Bruce Springsteen. Further up the road, che contiene oltre 400 fotografie del celebre boss del rock. Il fotografo autore del volume, Frank Stefanko, racconterà il proprio lavoro in un dialogo con Guido Harari. Sempre nel coro della chiesa della Maddalena (alle 21) è programmato lo spettacolo tra letteratura e musica dal titolo Fernanda Pivano, cento anni dalla nascita. L’attrice Erika Urban interpreterà il testo scritto e curato da Alessandra Morra.

Infine l’ultima giornata di festival, domenica 19 novembre: alle 18.30 il coro della Maddalena accoglierà “Music for writers” con Giorgio Li Calzi (tromba elettronica), Anita Li Calzi (violino) e gli scrittori Fabio Geda e Tiziano Scarpa.

Marco Giuliano