Ventiseienne denunciato per ricettazione e resistenza a pubblico ufficiale

ALBA Nella notte tra il 29 e il 30 dicembre i Carabinieri del Nucleo radiomobile della Compagnia di Alba hanno denunciato un cittadino marocchino classe 1991 per ricettazione, resistenza a pubblico ufficiale segnalandolo, inoltre, alla Prefettura di Cuneo quale assuntore di sostanze stupefacenti. Nella notte, durante un servizio per la prevenzione dei reati contro il patrimonio, è stata intercettata dalla gazzella dei Carabinieri un’autovettura nei pressi di piazza Cristo Re di Alba con a bordo due persone. Alla vista della pattuglia il passeggero dell’autovettura ha cercato di nascondersi ma i militari  hanno subito raggiunto la macchina, nonostante l’autista abbia cercato di fuggire nelle vie limitrofe. Le due persone sospette venivano identificate in un italiano classe 1971 residente a Novello e un cittadino marocchino classe 1991, senza fissa dimora, pluripregiudicato per reati contro il patrimonio e spaccio di stupefacenti.

Procedimento di espulsione

I militari, durante la perquisizione, hanno rinvenuto nella disponibilità del marocchino monili in oro di dubbia provenienza, 5 grammi di sostanza stupefacente (verosimilmente hashish) e circa 1.500 euro in contanti. Appena capito che i due sarebbero stati portati in caserma per controlli più approfonditi, l’extracomunitario ha aggredito la pattuglia dei militari per cercare di fuggire ma invano, in quanto è stato prontamente bloccato e tradotto negli uffici della Compagnia Carabinieri. A termine dei controlli il giovane è stato denunciato per ricettazione e resistenza a pubblico ufficiale, oltre a segnalarlo quale tossicodipendente alla Prefettura di Cuneo. Inoltre, poiché irregolare sul territorio dello Stato, sono state attivate le procedure per l’espulsione dai confini nazionali.