Su questo sito utilizziamo cookie tecnici.

Suoni di Natale: due grandi concerti classici il 23 e il 26 dicembre

APPUNTAMENTI Alba Music Festival e il Parco culturale Langhe Monferrato Roero celebrano il Natale con due appuntamenti concertistici di assoluto rilievo.

Il primo è previsto sabato 23 dicembre, alle 21, nella chiesa di San Domenico di Alba, con la presenza del Coro delle voci bianche, del Coro giovanile, dei solisti e dell’Orchestra della Scuola comunale di musica di Mondovì con la preziosa direzione di Maurizio Fornero.

Una compagine giovanile di grande qualità, in collaborazione con l’istituto civico musicale Lodovico Rocca di Alba, caratterizza il primo appuntamento di quelle che saranno collaborazioni future tra le due importanti istituzioni comunali di formazione musicale del basso Piemonte. Nella monumentale chiesa di San Domenico un ricco  programma ripercorre alcune celebri pagine strumentali e corali di grandi autori del passato, fra cui Vivaldi, Mendelssohn, Čajkovskij, Mascagni, affiancandole a pezzi moderni e tradizionali in tema natalizio.

 Il secondo appuntamento è per il giorno di Santo Stefano, martedì 26 dicembre alle 17, all’interno della sala Beppe Fenoglio di Alba. Bacchetti suona Bach è il titolo del programma monografico dedicato ad uno dei massimi compositori della storia, interpretato in modo attento ma personale dal virtuoso Andrea Bacchetti, pianista genovese acclamato nel mondo, che ha inciso in più occasioni per l’etichetta Sony e che è entrato nel cuore del pubblico di Alba Music Festival.

Il concerto sarà occasione per aderire o rinnovare l’adesione agli Amici di Alba Music Festival, ai quali il concerto è offerto gratuitamente. Le contribuzioni, volontarie e su base annuale, serviranno a sostenere le proposte concertistiche e la loro qualità, a comunicare gli avvenimenti in modo puntuale, a offrire la prenotazione dei posti riservati e a creare con gli Amici un legame privilegiato, anche attraverso momenti di convivialità.

Un’adesione che contribuirà a sostenere la grande musica … e avere un posto nelle prime file per meglio apprezzarla.