Cantè J’Euv Roero: l’edizione 2018 si svolgerà il 24 marzo a Ceresole

Uno scatto dell'edizione 2017 a Vaccheria.

CANTÈ J’EUV ROERO 2018 Dopo il successo dell’edizione 2017 del “Cantè J’euv Roero”  riprendono i preparativi per la diciottesima edizione della tradizione “questua delle uova”, che il prossimo 24 marzo sarà ospitata dal comune di Ceresole. 

Un nuovo capitolo per un appuntamento diventato ormai immancabile (tanto da guadagnarsi il titolo di “Meraviglia italiana”) da quando, dal 2000, è stato riportato in auge grazie agli studi sulle tradizioni dell’antropologo maglianese Antonio Adriano e all’impegno del gruppo spontaneo di Magliano e del comune di Guarene. 

Una sfida per Ceresole, che già nel 2010 aveva accolto la manifestazione, e che riceve il testimone propria da Guarene,  che nel 2017 ha ospitato in frazione Vaccheria oltre 25 mila persone per una serata all’insegna della musica, del buon cibo e del divertimento. 

La soddisfazione degli organizzatori.

«Siamo orgogliosi di ospitare una manifestazione così attesa nel nostro paese» commentano il sindaco  Franco Olocco e il vicesindaco Matteo Sona, che aggiungono: «Sicuramente sarà una sfida impegnativa, ma anche una grande occasione per continuare a promuovere il territorio e per portare avanti una tradizione del Roero. Un ringraziamento va, oltre che agli uffici del nostro comune, anche a Guarene e all’associazione “Proloco per il Roero”, che ogni anno si impegna nell’organizzazione della manifestazione».

Grande soddisfazione anche nelle parole di Piero Rivetti, organizzatore dell’edizione 2017 di “Cantè J’Euv Roero”. «Sono felice che Ceresole abbia raccolto il nostro testimone e che l’edizione 2018 possa essere resa possibile grazie all’impegno di Matteo Sona, che da anni lavora nell’organizzazione di questo evento, di tutta l’amministrazione comunale, delle associazione e della “Proloco per il Roero”» commenta Rivetti, che aggiunge: «É bello che “Cantè J’euv Roero” continui a vivere e continui a far divertire tante persone». 

Alessia M. Alloesio