Gazzetta d'Alba – Dal 1882 il settimanale di Alba, Langhe e Roero

È chiusa la stagione del bianco d’Alba. Le foto del raduno dei trifolao

CANALE Si è conclusa nel Roero, con il raduno nazionale di trifolao e tabui, promosso dall’Enoteca 2.0, domenica 14 gennaio, la stagione del tartufo bianco di Alba. Erano 120 i trifolao che, insieme a 130 fedelissimi cani, hanno sfilato lungo via Roma, accompagnati dalle note della filarmonica di Santa Cecilia e da una schiera di sindaci e autorità. Con loro anche il noto psicologo Paolo Crepet, che ha voluto omaggiare il territorio e il coraggio dei roerini, necessario a promuovere nuove ricerche, il vino, il tartufo, restando saldi nel difendere le radici.

Dopo la benedizione di don Gianni Tarable ai cani e ai loro padroni, sono stati assegnati i riconoscimenti. La donna con il tesserino più datato (da 40 anni) è stata Franca Grasso, di Madonna di Como; il trifolao più giovane è stato Lorenzo Gastaldi (6 anni) di Bra, mentre i provenienti da un paese più lontano erano Anselmo e Cinzia Damasso (Finale Ligure).

Ecco tutte le foto della manifestazione

 

Sono stati assegnati riconoscimenti al cane più vecchio, Mara, di 17 anni, di Monforte, e al suo padrone Aldo Alessandria e anche al cane più giovane, Fido, di tre settimane, di Vicoforte, con il trifolao Giovanni Gallo.
È stata premiata pure l’associazione Trifolao del Monregalese e del Cebano, come gruppo più numeroso.

e.c.