Bra: la scuola a tempo pieno da settembre accoglierà una classe in più

BRA Chiuse le iscrizioni per il nuovo anno scolastico, tracciamo un primo bilancio con i dirigenti dei due istituti comprensivi Bra 1 e Bra 2, da quest’anno pienamente operativi nella verticalizzazione dei plessi.

ISTITUTO BRA 1

Nelle scuole dell’infanzia del Bra 1 (Collodi, Centro storico e Gina Lagorio), tutti i posti disponibili sono stati occupati, spiega il dirigente Giuseppe Giacone, e per ognuna ci sono liste d’attesa, per bimbi di tre anni, che contano dai 10 ai 20 iscritti, in proporzione alla dimensione delle scuole.
Lieve contrazione di iscritti alla primaria Levi Montalcini dove partirà una sola classe prima, mentre quattro saranno attivate al tempo pieno della Edoardo Mosca, una in più dello scorso anno. «Il tempo pieno piace ai genitori, ma è molto apprezzato anche il servizio doposcuola svolto in collaborazione con il Comune alla Levi Montalcini», spiega il dirigente, «e dei circa 300 alunni, lo frequentano un’ottantina».
Alle medie “va forte” lo storico indirizzo musicale della Piumati: una quarantina gli iscritti, ma potranno esserne ammessi solo 25, a formare una classe; gli alunni saranno selezionati proprio in queste settimane, attraverso test attitudinali per valutare la predisposizione allo studio della musica. A fronte di quattro classi terze in uscita, alla media di via Barbacana saranno attivate cinque prime.

ISTITUTO BRA 2

Anche per quanto riguarda l’istituto comprensivo Bra 2, i dati sono in linea con l’anno passato: tanti gli iscritti alle scuole dell’infanzia di Bandito e via Ospedale, bene a Pollenzo, mentre la sede Montecatini, che può ospitare fino a sei sezioni, ha disponibilità di posti tali da assorbire anche gli esuberi delle altre scuole cittadine.
«Anche quest’anno il numero di posti soddisfa la domanda, anche se ci sono famiglie che magari devono spostarsi un po’ rispetto alla zona di residenza», spiega il dirigente Tarcisio Priolo. Tra le scuole primarie, San Michele è al limite per il raggiungimento del minimo di 15 iscritti, ma è molto probabile che la prima parta. Tutto liscio a Pollenzo e Bandito, mentre alla Riva prosegue il percorso con le pluriclassi (tre i nuovi iscritti per il prossimo anno).
Gettonata la scuola di Madonna dei fiori con un eccesso di domande che in parte saranno dirottate sulla Don Milani, dove c’è una classe abbastanza numerosa che, se ci saranno trasferimenti o inserimenti più avanti, potrebbe anche sdoppiarsi. Alla media Dalla Chiesa saranno attivate cinque prime.
Tra le novità per il prossimo anno scolastico potrebbe esserci un doposcuola per gli alunni della media di via Barbacana: un gruppo di genitori si sta interessando per valutare soluzioni diverse per il servizio tramite cooperative, associazioni o specifici progetti che coinvolgano i ragazzi al pomeriggio, quando non ci sono i rientri.
Erica Asselle