Nomina dei direttori delle Asl: per ora Alba resta a guardare

TORINO La Regione avvia l’iter per la nomina dei futuri direttori generali delle Asl. Entro metà marzo i candidati a dirigere le aziende sanitarie piemontesi devono fare domanda.
Una commissione di esperti, nominata dal presidente della Regione e composta (come era già accaduto nel 2015) da tre componenti esterni, indicati da qualificate istituzioni scientifiche indipendenti, dall’Agenzia nazionale dei servizi sanitari e dalla stessa Regione valuterà i candidati con colloqui individuali, dopo aver accertato la coerenza dei curricula e delle esperienze professionali rispetto alle sedi che i candidati avranno indicato nella domanda. Verranno così composte rose di persone che potranno essere utilizzate per i prossimi tre anni.
L’iter non riguarderà il direttore della Cn2 di Alba-Bra Danilo Bono, in quanto le nomine nella nostra Asl risultano sfasate rispetto al resto delle Aziende regionali. L’attuale direttore generale infatti ha assunto l’incarico ad aprile 2016 e dovrebbe concludere il proprio mandato nell’aprile 2019. A meno di sorprese, escluse categoricamente dal diretto interessato Danilo Bono, dovrebbe essere proprio il direttore in carica a inaugurare a breve l’ospedale di Verduno.

m.p.