La belle époque va in scena al Politeama di Bra col musical Gigì

BRA Gigì-Innamorarsi a Parigi è l’operetta che il teatro Politeama ha in programma per venerdì 2 febbraio, alle 21. In piazza Carlo Alberto la compagnia Abbati metterà in scena atmosfere da Broadway: gli autori di Gigì sono gli stessi di My fair lady, premiato con nove statuette Oscar e ripreso trionfalmente a Broadway.

Il musical di Lerner e Loewe, tratto dal famoso racconto di Colette, rappresenta una storia dolce e romantica, piena di buoni sentimenti e ironia, ambientata nella Parigi della belle époque. Gigì è una ragazza parigina allegra e spensierata ma destinata a diventare una cortigiana. Gaston è invece un annoiato e giovane viveur che conduce una vita gaudente fra locali alla moda e belle donne, che però non lo divertono quanto la spontanea e ingenua Gigì. La nonna e la zia della fanciulla riescono alla fine a trasformarla in una ragazza raffinata, tuttavia Gaston rimpiange l’antica Gigì e il lieto fine è assicurato.

A sessant’anni dalla prima rappresentazione, Corrado Abbati ha riportato in Italia questo musical con una nuova produzione in esclusiva nazionale proponendolo per la prima volta nella sua versione originale, che valorizza la partitura. Sarà un’occasione unica di rivivere la vivacità delle atmosfere parigine del primo Novecento grazie ad allestimenti accurati e alle spettacolari scene di massa.
Per Gigì-Innamorarsi a Parigi l’apertura del botteghino è prevista alle 20. Gli ultimi biglietti disponibili sono in prevendita in teatro il venerdì dalle 15 alle 19 (20 euro intero, ridotto a 18 per chi ha meno di 26 o più di 65 anni) sul sito www.ticket.it e nei punti vendita convenzionati.

L’appuntamento successivo al Politeama sarà venerdì 9 febbraio con Dio Pluto, riscrittura della commedia di Aristofane a opera di Jurij Ferrini. Il quattro volte David di Donatello Marco Tullio Giordana ha firmato la regia di Questi fantasmi! che Carolina Rosi (figlia del regista Francesco e vedova del figlio di Eduardo, Luca De Filippo) interpreterà il 16 febbraio. Il malato immaginario, ultima irriverente commedia intrisa di realismo di Molière, costituirà la serata del 4 marzo, diretta da Ugo Chiti; il 16 marzo Stefano Masciarelli e Patrizia Pellegrino interpreteranno Una moglie da rubare di Iaia Fiastri, storica autrice di commedie, per anni al fianco di Garinei e Giovannini.

Il 21 marzo la prosa chiuderà con New magic people show, spettacolo tratto dal romanzo di Giuseppe Montesano. Per informazioni è possibile telefonare al numero 0172-43.01.85.