L’Avis braidese festeggia e consegna cinque stelle d’oro

BRA Tempo di festa per l’Avis di Bra che domenica 25 febbraio si ritroverà per celebrare i traguardi meritevoli raggiunti da tanti donatori e per il consueto pranzo sociale.
Appuntamento alle 9.45 nella chiesa di frazione Macellai di Pocapaglia per la Messa e benedizione delle benemerenze che poi saranno date agli avisini. Seguirà il pranzo sociale al ristorante La porta delle Langhe di Cherasco, dove si terrà l’assemblea ordinaria degli associati del gruppo guidato da Armando Verrua e che comprende, oltre al sodalizio braidese, quelli di Narzole, Pocapaglia, Sommariva Perno e Cervere.
Nel 2017 l’Avis a Bra ha raccolto 1.518 donazioni di sangue intero, 350 di plasma e 5 piastrinoaferesi (effettuate a Torino). L’assemblea sarà il momento per tracciare un bilancio dell’attività avisina, non soltanto nei numeri delle donazioni e dei donatori, ma anche ricordando le numerose attività sociali svolte, che spaziano dalla cultura allo sport, dai viaggi agli eventi musicali, annunciando quelle pianificate per il 2018.
Anche quest’anno l’Avis offrirà gratuitamente il pranzo a chi ha effettuato una prima donazione nel corso del 2017, a tutti i premiati, a chi ha donato almeno due volte nel 2017, a chi ha raggiunto il traguardo delle 100 donazioni.
Tra i donatori premiati con il distintivo in oro (50 donazioni) ci sono quest’anno Ornella Abrate, Laura Artusio, Paolo Barbero, Mauro Caputo, Alessandro De Faveri, Roberto Gerbaldo, Marino Giacchello, Claudio Gotta, Andrea Longo, Renzo Madeddu, Giacomo Marengo, Angelo Mollo, Arturo Pellegrino, Luigi Pregno, Enrico Ronco e Maddalena Tallone.
Il distintivo in oro e rubino (75 donazioni) andrà a Ivo Pierfranco Carena, Mauro Casavecchia, Valter Castagno e Massimo Marciano.
Distintivo in oro e smeraldo (100 donazioni) a Mario Boffa e Sergio Panero.
La stella d’oro (108 donazioni) va a Giuliano Agostini, Roberto Bertolusso, Domenico Fea, Rita Lo Iacono, Giuseppe Sibona. Saranno consegnate anche le targhe di fine attività a Giovanni Costa, Francesca Dotta, Giovanbattista Dotta, Simone Garrone, Maria Bambina Gerosa, Modestino Guerriero, Pietro Mellano, Mario Pitta, Aurelio Saulino e Giovanni Signa.
Altri riconoscimenti saranno consegnati a coloro che hanno raggiunto i traguardi di 8, 16 e 24 donazioni.
Erica Asselle