Si sta concludendo il viaggio della memoria dei liceali albesi tra il ghetto ebraico e Auschwitz

Gli studenti del liceo Da Vinci di Alba a Cracovia

VIAGGIO DELLA MEMORIA Sta per concludersi l’esperienza dei duecento studenti liceali albesi partiti, venerdì 9  febbraio, alla volta di Cracovia e dei luoghi dell’Olocausto.

Dopo aver visitato Cracovia sabato 10, domenica 11 febbraio i neodiciottenni hanno visitato la piazza degli eroi del ghetto, a cui si riferiscono le foto sotto, nelle quali si vedono bene le sedie vuote, realizzate da artisti polacchi in memoria degli ebrei, nella piazza al centro di quello che fu il ghetto ebraico.

I liceali albesi mentre stanno attraversando plac Bohateròw Getta, la piazza degli eroi del ghetto
La piazza che era al centro del ghetto di Cracovia, nel quale il 20 marzo del 1941 vennero costretti a trasferirsi 15mila ebrei, in poco meno di tremila stanze. Oggi è considerata uno dei luighi della memoria.

I liceali albesi hanno visitato poi la  fabbrica di Oskar Schindler, resa celebre dal romanzo e dal film La lista di Schindler, nei quali si racconta come l’imprenditore riuscì a salvare 1.100 ebrei impiegandoli nella fabbrica che produceva inizialmente vasellame e poi proiettili, giustificando le loro assunzioni come “necessarie allo sforzo bellico”.

Nella mattina di lunedì 12 febbraio, mentre a Cracovia stava nevicando, i ragazzi di Alba hanno visitato il campo di concentramento di Auschwitz.

Il loro viaggio della memoria è ormai prossimo al termine: nel pomeriggio di ieri, 14 febbraio, sono ripartiti in treno e poi, questa mattina, intorno alle 7, hanno superato il confine italiano e sono risaliti in pullman alla volta di Alba, dove arriveranno verso metà pomeriggio.

v.p.