Bra: i 56 volontari dell’Avo aiutano gli ammalati che sono soli

L'ospedale Santo Spirito di Bra

BRA Si chiama “Decalogo del volontario Avo (Associazione volontari ospedalieri)” il documento che la presidente del gruppo braidese, nato ormai 24 anni or sono, ha inviato ai suoi 56 volontari, che quotidianamente si adoperano per alleviare le sofferenze – anche semplicemente quelle psicologiche – dei malati ricoverati al Santo Spirito. Spiega la presidente Annamaria Esposito Guarino: «Noi prestiamo un servizio totalmente gratuito, con un profondo spirito umanitario. In servizio, rispettando i turni settimanali che sono assegnati, indossiamo un camice bianco con il nostro distintivo. Non ci sostituiamo al personale sanitario, ma semplicemente ascoltiamo volentieri le storie degli ammalati, non indaghiamo sulla malattia dei pazienti e siamo premurosi».
L’obiettivo primario dell’Avo braidese, all’unisono con tutte le analoghe associazioni del territorio nazionale, è quello di effettuare assistenza all’interno dell’ospedale Santo Spirito, ad ammalati soli, privi di aiuto familiare e in gravi difficoltà. I 56 volontari, che dedicano tre o quattro ore settimanalmente a questa attività, si trovano al pronto soccorso, nei reparti di day hospital oncologico, in medicina, chirurgia e ortopedia e – da qualche mese a questa parte – all’hospice (dedicato ai malati terminali), oltre a garantire la presenza in segreteria, dal lunedì al venerdì (dalle 11 alle 12).
Aggiunge la presidente Guarino: «L’esperienza dell’hospice è davvero molto intensa per i volontari che la vivono: in genere, incontriamo dei malati gravi, che ci esprimono da subito la gratitudine per la nostra vicinanza. Anche nel Comune di Sommariva del Bosco si è costituito un gruppo Avo, che conta una sessantina di volontari, operanti in particolare nella locale casa di riposo. In ogni situazione in cui siano presenti, mettiamo in comune le esperienze, partecipando anche alle riunioni di reparto e a quelle formative, indette dalla stessa associazione».
L’attività dell’Associazione volontari ospedalieri – che è regolata da un’apposita convenzione con l’Asl Cn2 – ha sempre bisogno di nuove risorse per mantenere i propri standard; chi volesse saperne di più contatti la segreteria Avo al numero di telefono 0172-43.22.44.
Valter Manzone