Ventenne arrestato per aver violato l’obbligo di soggiorno nel comune di Bra

SOMMARIVA DEL BOSCO I Carabinieri di  Sommariva del Bosco hanno arrestato un ventenne braidese per violazione degli obblighi imposti dalla misura di prevenzione alla quale era sottoposto e hanno deferito in stato di libertà un altro giovane di Bra, che si trovava insieme a lui, per porto abusivo di strumenti atti a offendere.

Durante il controllo di un’autovettura a bordo della quale c’erano due persone, i Carabinieri della Stazione sommarivese hanno scoperto che uno di loro, dal mese di febbraio, su proposta della Compagnia Carabinieri di Bra, era stato sottoposto alla sorveglianza speciale di pubblica sicurezza con obbligo di soggiorno nel comune di Bra. I Carabinieri, accertando la violazione dell’obbligo imposto, lo hanno tratto in arresto e sottoposto, su ordine della Procura di Asti, agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida.

L’arrestato, che era incorso in un’analoga violazione già nel mese di febbraio,  a seguito del rito direttissimo celebrato il giorno successivo presso il Tribunale di Asti, era stato sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla Polizia giudiziaria, in attesa di giudizio.

Il giovane conducente del veicolo, anch’egli ventenne braidese, è stato invece trovato in possesso di  due mazze in legno, che sono state sequestrate dai Carabinieri. A causa del porto abusivo dei due strumenti  ritenuti “atti a offendere”,  il responsabile della violazione  è stato quindi deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Asti.