Tra sacro e profano, ecco gli itinerari per scoprire Monteu Roero

MONTEU I 35 volontari attivi accompagneranno i turisti domenica 22 aprile
L’associazione culturale Bel Monteu annuncia, per domenica 22 aprile, il secondo appuntamento stagionale. Il castello monteacutese sarà nuovamente aperto al pubblico per l’evento intitolato “Tra sacro e profano”, a cui seguirà la visita guidata di tre chiese. Per l’occasione, abbiamo intervistato il presidente di Bel Monteu, Mario Novarino.

Quando e perché è nata l’associazione?
«Bel Monteu è nata il 23 maggio del 2005 con lo scopo di promuovere attività di valore sociale, ricreativo, turistico, culturale e sportivo. E nell’intento di valorizzare le innumerevoli sfumature del nostro territorio: paesaggistiche, produttive, enogastronomiche, sempre in simbiosi con il patrimonio artistico e storico locale».

Quanti siete?
«Tanti e attivi: nove sono i membri del direttivo, cinquantasei i tesserati ordinari, 35 i volontari e collaboratori. Ma se contiamo le presenze annuali sulla rete sentieristica, gli estimatori di Monteu arrivano a 20mila».

Di che cosa, essendo presidente, va più fiero?
«In questi anni abbiamo fatto molto: la rassegna teatrale del Roero, le mostre pittoriche e artistiche, il Tasta tasta, la gestione del castello, i vari tour organizzati, la realizzazione del parco culturale I ragazzi e le api, e altro ancora. La settimana scorsa abbiamo collaborato con i Roero days e la prima Fiera del libro sul Roero».

Ecco alcune foto scattate durante le visite guidate organizzate dai volontari di Bel Monteu in occasione dei Roero days.

Turisti nel cortile centrale del castello monteacuteseTuristi lungo l'erta del castello di Monteu RoeroIl paese di Monteu Roero visto dal castelloNel parco del castello di Monteu è molto facile trovare conchiglie fossili

Che cosa avete in programma per il futuro?
«Molto, davvero: dall’apertura di un ufficio informativo culturale e turistico, alla realizzazione di un museo contadino “galleria dei ricordi”. Ci piacerebbe anche molto creare un punto di meditazione e preghiera per i pellegrini del cammino di Assisi, e completare il restauro di un quadro devozionale nella parrocchia di San Nicolao».

In occasione del percorso “Tra sacro e profano”, le visite si svolgeranno dalle ore 10, con partenza da piazza Roma. Il biglietto di ingresso al castello costerà 6 euro. Per prenotazioni, telefonare al numero 333-76.78.652.

Valentina Pavese