Su questo sito utilizziamo cookie tecnici.

Città creative: Alba e Parma a Parigi per la giornata sulla cultura del cibo

UNESCO  Le città di Alba e Parma sono state chiamate alla giornata sulla dimensione culturale del cibo, in corso giovedì 24 maggio nella sede Unesco di Parigi.

La giornata è stata organizzata dalla delegazione italiana Unesco, dal Ministero degli affari esteri e della Cooperazione internazionale, con il supporto della Cattedra Unesco “Food: access and law” presso l’Università di Milano.

L’incontro “Food Culture: social inclusion, sustainable development and cultural identity” si propone, da una parte, di contribuire alla conoscenza delle eccellenze italiane e delle buone pratiche nel settore del cibo e dell’enogastronomia.

Dall’altra, la giornata di approfondimento intende stimolare la riflessione sul rapporto inscindibile tra patrimonio culturale, collettività, paesaggi e territori.

«Desidero rivolgere un ringraziamento particolare il sindaco di Parma Federico Pizzarotti e il sindaco di Alba Maurizio Marello per il prezioso sostegno all’organizzazione di questo evento» commenta l’Ambasciatore italiano all’UNESCO Vincenza Lomonaco, che prosegue: «Questa giornata è un’ulteriore conferma idella leadership italiana non solo sul tema della cultura del cibo e dell’alimentazione ma anche, a livello più generale, sul valore della preservazione dell’identità culturale come elemento chiave per la promozione del dialogo e per il raggiungimento della pace».

«Dopo il ritiro del riconoscimento ad Alba Creative City of Gastronomy nel novembre scorso  siamo tornati a Parigi per un evento di grande rilievo davanti ad un pubblico qualificato ed attento sul comparto turistico ed enogastronomico» spiegano il sindaco di Alba Maurizio Marello e l’assessore al turismo e alla cultura Fabio Tripaldi, che concludono: «Molto apprezzati i piatti sapientemente preparati dal nostro chef Andrea Larossa che ha cucinato a Parigi per l’iniziativa con Parma. Con la città dell’Emilia Romagna abbiamo un bel sodalizio che ormai dura da circa tre anni. È cominciato con l’iter della candidatura Unesco presentata per entrambe le città nel 2015. Da allora, Alba e Parma continuano a collaborare intensamente e con sinergia nella promozione congiunta dei propri territori in Italia e all’estero. I risultati stanno già arrivando: secondo una recente ricerca Alba è al primo posto tra le 10 città più frequentate che trainano il turismo nella provincia di Cuneo. Sono risultati che ci gratificano e ci spronano a fare ancora di più su un comparto diventato tra i principali della nostra economia».