Nei filmati delle telecamere si cercano le risposte sulla morte di Berrichi

ALBA Le registrazioni delle telecamere e alcune testimonianze raccolte subito dopo il fatto (accaduto una settimana fa) hanno consentito agli inquirenti: i carabinieri di Alba del capitano Giacomo Conte e il sostituto procuratore astigiano Delia Boschetto, di ricostruire la dinamica della colluttazione a seguito della quale è morto ad Alba Kamal Berrichi, marocchino domiciliato ad Alba di 52 anni.

L’uomo è stato colpito da un barista di 46 anni poco fuori da un frequentato locale del centro di Alba. Pare che l’avventore fosse stato accompagnato fuori dal bar perché molesto, forse a causa di un eccesso di alcol.

Sarà l’autopsia (prevista per oggi pomeriggio, lunedì) a fornire qualche elemento in più per chiarire quale sia stata l’effettiva causa della morte dell’uomo che cadendo a terra, aveva battuto la testa.  Il decesso era avvenuto poche ore dopo il ricovero all’ospedale Santa Croce di Cuneo.

Il barista è indagato a piede libero per omicidio preterintenzionale.

ea