Gazzetta d'Alba – Dal 1882 il settimanale di Alba, Langhe e Roero

Il castello che non ti aspetti sabato 12 maggio a Barolo

BAROLO Si intitola Il castello che non ti aspetti” il nuovo format di visita proposto dalla Barolo & castles foundation, che si potrà sperimentare  sabato 12 maggio alle 17.30 all’interno del castello Falletti di Barolo.

Con l’aiuto di una guida esperta, i visitatori potranno percorrere anche le sale del WiMu ideato da François Confino. Ma il contenuto della visita sarà in particolare rivolto ad approfondire la storia dell’edificio, osservando quando possibile gli elementi appartenenti ai diversi momenti, partendo dalla sua costruzione e astraendo dall’attuale scenografia allestita dal 2010.

Le quattro vite del castello

Il castello di Barolo ha infatti avuto ben quattro vite, legate a funzioni differenti: prima fortificazione militare, poi residenza nobile, ancora il Collegio Barolo fortemente voluto dalla marchesa Juliette Colbert, artefice di un vero stravolgimento della fisionomia del maniero, e infine il Museo dedicato al vino. Destinazioni molto diverse, che hanno trasformato il castello – mai abbandonato, ma anzi sempre vissuto con grande integrazione con il territorio circostante – anche nella sua struttura. Le tracce di queste vite ci sono tutte, ma vanno cercate. Alcune anche molto nascoste, saranno rivelate durante la visita con l’aiuto di vecchie mappe, piante del castello e riproduzioni di foto antiche per vedere i cambiamenti degli ambienti interni. Un’occasione unica, quindi, anche per chi ha già visitato il WiMu, per scoprire un vero tesoro della storia e dell’architettura di Langa.

Informazioni e costi: il prezzo di ingresso per gli adulti è di 8 euro, 3 euro da 6 a 14 anni, gratuito fino a 5 anni. Il costo della visita “Il castello che non ti aspetti”, in aggiunta al ticket, è di 5 euro per gli adulti e 2 euro per i ragazzi da 6 a 14 anni.  Si consiglia la prenotazione al numero 0173-38.66.97.