Gazzetta d'Alba – Dal 1882 il settimanale di Alba, Langhe e Roero

In bici tra i siti Unesco dal Sacro Monte di Varallo fino ad Alba

UNESCO Connettere i siti patrimonio Unesco attraverso percorsi lenti, perché siano visti in un sistema integrato in un’ottica di sostenibilità.

La Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco, insieme al Politecnico di Milano (Dipartimento di Architettura e Studi Urbani) e all’Osservatorio E-scapes organizzerà nei prossimi giorni un evento che prevede di andare in bicicletta dal Sacro Monte di Varallo a quello di Crea, nei paesaggi tra Torino e Milano, partendo dalla stazione ferroviaria di Vercelli, risalendo il fiume Sesia fino a Varallo e passando per il geoparco della Valsesia e Valgrande. Nei giorni successivi il gruppo di ciclisti attraverserà la pianura del Po e delle risaie fino alle aree riserva Mab della collina torinese e al Monferrato.

L’evento, che rientra nelle iniziative del Festival dello Sviluppo Sostenibile, rappresenta l’occasione per visitare i siti e conoscere più da vicino il loro legame con i territori e le comunità locali e il loro contributo al perseguimento degli obiettivo dell’Agenda 2030.

Lungo il percorso cicloturistico di natura didattica, studenti e professori incontreranno autorità e responsabili dei siti Unesco per discutere della promozione di forme di turismo culturale lento e sostenibile, di cui questa iniziativa vuole essere un modello da replicare in collaborazione con le autorità regionali.

L’evento avrà inizio da venerdì 1 giugno, con la partenza dalla stazione ferroviaria di Vercelli e terminerà lunedì 4 giugno con arrivo ad Alba nel primo pomeriggio, momento in cui interverrà il direttore Roberto Cerrato dell’Associazione per il Patrimonio dei Paesaggi Vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato.