Previste ancora deboli precipitazioni, ma in calo il livello dei fiumi

PIEMONTE Livelli dei fiumi in calo, o stazionari, in Piemonte, dopo l’allerta delle scorse ore per le abbondanti piogge. Le ultime precipitazioni si sono concentrate sul settore occidentale della regione, attenuandosi e assumendo carattere sparso. I maggiori quantitativi d’acqua, secondo le rilevazioni dell’Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale (Arpa) nel Cuneese, dove in sei ore si sono registrati fino a 25,8 millimetri di pioggia.

Lungo l’asta del Po il colmo più significativo si è osservato a Carignano, dove ieri sera ha sfiorato il livello di guardia.

Nel Cuneese, invece, la Stura di Demonte è rientrata sotto il livello di attenzione, mentre il Tanaro è rimasto sempre al di sotto.

Nelle prossime ore sono ancora previste deboli precipitazioni sul settore pedemontano del basso torinese e del cuneese, dove sono possibili picchi localmente moderati. Isolati piovaschi nelle altre zone del Piemonte; la quota neve è prevista sui 2.600-2.700 metri.

Ansa