Si controllano gli alberi della città, gli olmi sono gli osservati speciali

LAVORI PUBBLICI Le  piante del patrimonio arboricolo cittadino chiedono cura costante e attenzioni “materne”.  È l’esortazione contenuta in un’interrogazione presentata al sindaco Maurizio Marello
dal consigliere di Forza Italia Elisa Boschiazzo durante il Consiglio comunale del 20 aprile. «Un albero qualche settimana fa è caduto in corso Michele Coppino mettendo a rischio sia i pedoni sia le vetture», ha detto. «Quali controlli sono stati effettuati per prevenire il verificarsi di ulteriori incidenti?».
Ha risposto l’assessore  ai lavori pubblici Alberto Gatto: «A seguito della caduta si è provveduto subito all’abbattimento dell’esemplare, quasi secco. Era crollato a causa del ristagno d’acqua invisibile dall’esterno: la consistenza spugnosa del tronco è stata attaccata dai funghi e da gallerie scavate
dai roditori. Queste diverse fragilità, unite al vento e al passaggio di mezzi pesanti, ha determinato la caduta della pianta. Stiamo facendo indagini visive  e strumentali sugli alberi della circonvallazione,
in particolare sugli olmi». Ha concluso Gatto: «A fine 2017 sono state stanziate risorse per monitorare tutte le piante della città,  circa seimila esemplari. L’attenzione per prevenire i rischi risulta costante».

v.g.