Su questo sito utilizziamo cookie tecnici.

Alba: è arrivato in bici Enrico Vicenti della Commissione nazionale Unesco

ALBA Lunedì 4 giugno, in Municipio, l’Amministrazione comunale albese ha dialogato per oltre due ore sulle tematiche Unesco legate al territorio con Enrico Vicenti, segretario generale della Commissione nazionale per l’Unesco.

Vicenti è stato accolto in Municipio dal sindaco Maurizio Marello e dall’assessore alla cultura e al turismo Fabio Tripaldi che hanno voluto coinvolgere nell’occasione  anche il presidente  del centro nazionale studi tartufo e vice presidente dell’associazione nazionale “Città del tartufo” Antonio Degiacomi, il direttore del centro studi tartufo e dell’ente Turismo Alba Bra Langhe Roero Mauro Carbone, il direttore regionale della promozione della cultura, del turismo e dello sport Paola Casagrande e il presidente dell’associazione per il patrimonio dei paesaggi vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato Roberto Cerrato. Presente anche il sindaco di Ivrea Carlo Della Pepa.

Il segretario generale della commissione nazionale per l’Unesco è arrivato ad Alba in bicicletta attraverso l’iniziativa “in bici tra i siti Unesco” organizzata dalla commissione nazionale italiana per l’Unesco, insieme al Politecnico di Milano (dipartimento di architettura e studi urbani) e all’osservatorio E-scapes. In bici anche Andrea Rolando professore del dipartimento di architettura e studi urbani del Politecnico di Milano e Marco Giardino professore del dipartimento di scienze della terra dell’Università degli studi di Torino.

Nella sala Giunta del Palazzo comunale di Alba si è parlato  della candidatura del tartufo come bene immateriale dell’umanità Unesco. Nell’occasione è stata particolarmente caldeggiata l’iniziativa per raggiungere il riconoscimento a cui Alba insieme all’associazione Città del tartufo sta lavorando già da un po’ di tempo.

Unesco: Vicenti auspica vada a buon fine la candidatura del tartufo

«I due riconoscimenti Unesco ci stanno portando  notevoli risultati», ha spiegato il sindaco Maurizio Marello durante l’incontro. «Il riconoscimento ad Alba Unesco creative city of gastronomy ci sta aprendo al mondo. C’è una proficua collaborazione con Parma. La prossima settimana saremo in Polonia. Ora auspichiamo si possa arrivare al riconoscimento sul Tartufo come bene immateriale dell’umanità».

«Sulla candidatura relativa al tartufo», ha spiegato Enrico Vicenti, segretario generale della commissione nazionale per l’Unesco, «la commissione ha messo insieme i due ministeri e sta seguendo la questione. Nessuno può darvi certezze perché è una competizione a cui si partecipa. Ci vogliono tempo, energie intellettuali. Non vi abbandoneremo. La candidatura è già presentata all’Unesco. Supereremo i punti critici che ancora ci sono ed auspichiamo nel risultato».

Il test dei percorsi cicloturistici

Per quanto riguarda i percorsi ciclabili turistici del Piemonte attraverso i siti Unesco Enrico Vicenti ha spiegato:  «Abbiamo fatto questo test event per verificare empiricamente sul campo una serie di tematiche affrontate in diversi convegni ed incontri. L’abbiamo fatto dentro il Festival dello Sviluppo Sostenibile perché abbiamo cercato di mettere in pratica una serie di iniziative sul come contribuire alla sostenibilità, un concetto non solo ambientale ma integrato in una dimensione economica e sociale. La bicicletta lancia un messaggio chiaro relativo all’ambiente ma anche alla lentezza. Qui in Piemonte le piste ciclabili ci sono, basterebbe una segnaletica ragionata sulla base di percorsi che sfruttano l’esistente. Ci sono purtroppo carenze sul patrimonio ferroviario. Alcune tratte sono irraggiungibili».

Durante l’incontro, il sindaco Carlo Della Pepa ha parlato di Ivrea città industriale del XX secolo candidata a patrimonio mondiale dell’umanità Unesco mentre Paola Casagrande ha dichiarato «Teniamo molto a tutti i nostri siti Unesco. Abbiamo stanziato delle risorse per tutelarli. Sta per uscire un bando per migliorare quello che già c’è ed è straordinario».