Su questo sito utilizziamo cookie tecnici.

Alba jazz festival lancia la nuova edizione: inaugura Pinera

FESTIVAL L’Alba jazz festival arriva al dodicesimo anno: nel primo fine settimana di giugno si rinnova la rassegna che offre grandi artisti e l’ingresso libero. «Un piccolo miracolo, in un periodo in cui non è facile trovare le risorse per realizzare eventi culturali: ma la cultura è di per sé una risorsa e un investimento per il futuro», spiega Fabio Barbero, che del sodalizio organizzatore è l’anima fin dal principio.

Il giorno dell’apertura, il 7 giugno, nel coro della Maddalena, dalle 17 alle 19 sarà inaugurata la mostra fotografica dedicata a dieci anni di Alba jazz, dal 2007 al 2017, visti da cinque fotografi: Daniela Crevena, Roberto Cifarelli, Fabrizio Cirulli, Carlo Mogavero e Franco Truscello espongono le loro foto e un video. Sono previsti gli “aperitivi in jazz” in vari punti della città; il pomeriggio di sabato 9, dalle 17.30, per le vie del centro storico la fantastica P-Funking band farà danzare.

I concerti serali si svolgeranno in piazza Michele Ferrero, alle 21.15. Il compito di aprire Alba Jazz è stato affidato, giovedì 7 giugno, a un batterista e compositore strepitoso: Diego Pinera, un tedesco-uruguagio che suonerà in quartetto, lo stesso con il quale ha inciso per l’Act music il suo nuovo album Despertando, un mix tra suggestioni latino-americane e jazz europeo. Con Pinera ci saranno il pianista tedesco Tino Derado, il bassista cubano Omar Rodriguez Calvo e il talentuos0 trombettista Julian Wasserfuhr.
Nella seconda serata, venerdì 8 giugno, sarà la volta del trio Elf: Walter Lang al piano, Peter Cudek al contrabbasso e Gerwin Eisenhower alla batteria. Anche loro provengono dalla Germania e sono interessati a ogni tipo di musica: per dirla con Barbero «sono jazzisti nel senso puro del termine: i generi cui attingono e che metabolizzano e rielaborano è infinito; ne nasce una musica unica».

Per la terza serata, il 9 giugno, l’Alba jazz presenta The art of the quartet con Peter Erskine. Kenny Werner al pianoforte ed Erskine alla batteria, due leggende del jazz, suoneranno con Benjamin Koppel e Johannes Weidenmüller.

Domenica 10 giugno l’Ajf all star band chiuderà la rassegna con Fabio Giachino al pianoforte, Flavio Boltro alla tromba, Mattia Cigalini al sax, Furio di Castri al contrabbasso e il batterista Enzo Zirilli: italiani rappresentanti eccellenti del jazz internazionale.