La Barbera incontra, festival di musica e approfondimento

TRE GIORNI È la quarta edizione del festival La Barbera incontra che accoglierà, dal 15 al 17 giugno nel centro storico di San Damiano, poeti, scrittori, artisti, musicisti, cantanti, giornalisti, cuochi e critici d’arte per unire cibo, cultura e territorio.  Al lavoro per organizzare la manifestazione c’è un gruppo costituito dal Comune, dalle Pro loco di San Damiano e Celle Enomondo, dall’enoteca delle Colline Alfieri e dai volontari.

Come consuetudine le piazze del paese cambieranno nome, assumendo quello di varietà di Barbera: piazza Libertà diventerà piazza Superiore e ospiterà l’Enozone, con degustazioni di vini a cura dell’enoteca, cabaret e spettacoli di intrattenimento; piazza Santi Cosma e Damiano sarà piazza Barrique, in cui verrà situato il villaggio enogastronomico; piazza 1275 diventerà la nuova piazza Vivace, in cui la musica sarà la protagonista. Infine, il nuovo Foro bollicine (Foro boario) accoglierà gli incontri culturali e i laboratori per bambini.

Nel corso dei tre giorni del festival, in piazza Vivace, la musica sarà rappresentata da nomi celebri: venerdì 15 giugno, alle 21.30, Gino Paoli e Danilo Rea; sabato 16, alle 22.30, Gabry Ponte; domenica 17 arriverà Arisa. Per le prime due serate i biglietti sono in vendita sul sito www.ticketone.it e alla tabaccheria Lena di San Damiano, mentre il concerto di Arisa è gratuito. Il foro Bollicine, venerdì alle 17 sarà animato dall’incontro Rossodonna, guidato da Maria Federica Chiola con l’intervento della scrittrice Cinzia Benzi, dell’architetto Mariagrazia Abbaldo, dell’esperta di vini Mirella Morra e dell’imprenditrice vitivinicola Giovanna San Martino; di seguito dal giornalista e critico gastronomico Luca Iaccarino, che presenterà Qualcuno sta uccidendo i più grandi cuochi di Torino.

Sabato 16, alle 15, lo chef Diego Bongiovanni proporrà per i più piccoli il laboratorio Mani in pasta; alle 17 lo spazio sarà per l’ultima fatica letteraria di Margherita Oggero, Non fa niente, seguita dai canti e dalle filastrocche piemontesi con Roberto e Piergiorgio Balocco.

Domenica 17 giugno, alle 11, sono previste le premiazioni dei concorsi “La Barbera da… leggere” e “BarberArt”. Il pomeriggio, alle 15, inizierà con lo spettacolo di Boo Magix. Alle 17 don Mauro Canta presenterà il suo ultimo saggio, tratto dalla tesi di laurea e dedicato all’oratorio come luogo di evangelizzazione nella realtà astigiana. La serie di dibattiti si chiuderà con “La cucina 2.0. L’influenza dei blog e dei social nella cucina del futuro”, a cura dell’istituto alberghiero Penna, con i professori Alessandro Pegoraro e Carla Camilli e la blogger Giulia Gattiglia.

In piazza Superiore, venerdì alle 21, l’intrattenimento sarà curato dall’orchestra Luigi Gallia; sabato alle 18.30 nella sala del Consiglio comunale si terrà l’incontro “La Barbera è femmina”, mentre alle 21 Anna Maria Barbera metterà in scena il suo spettacolo Metti una sera Sconsy. Domenica, alle 18.45, in sala consiliare, il centro studi Vini del Piemonte tratterà dell’analisi sensoriale; alle 21, Vittorio Sgarbi tratterà del vino nella storia dell’arte.
Nel corso della rassegna si potranno visitare le mostre d’arte “Fermati un momento” di Paolo Viola e “La strada” di Chiara Sacchetto, oltre alla già citata “BarberArt”. Le vie della cittadina saranno animate da artisti di strada e mercatini.

e.c.