Gazzetta d'Alba – Dal 1882 il settimanale di Alba, Langhe e Roero

I molti cantieri aperti per migliorare i paesi della sinistra Tanaro

LAVORI PUBBLICI  Sono iniziati ufficialmente i lavori di riqualificazione di piazza don Morone a Vaccheria, strutturati su tre lotti per un investimento di quasi 150mila euro.
Come già annunciato nelle scorse settimane da Gazzetta, il primo intervento permetterà di realizzare una fontana nei pressi della chiesa della frazione guarenese e sarà seguito da altri due lotti che consentiranno la sistemazione del sagrato, dell’area circostante al monumento ai caduti, del parcheggio della canonica e del salone parrocchiale. Gli interventi dovrebbero chiudersi entro il 2018. Soddisfatto il sindaco Franco Artusio: «Abbiamo scelto di valorizzare Vaccheria al meglio delle nostre possibilità, al fine di creare un centro accogliente per i residenti e gradevole per i turisti».

L’Amministrazione di Guarene ha scelto di impegnarsi non solo per rendere più bello il paese, ma anche per risolvere il problema del deflusso delle acque in occasione di violenti nubifragi, come quelli avvenuti negli scorsi mesi.
«Abbiamo affidato la realizzazione di un progetto che permetterà di convogliare le acque piovane, al fine di evitare allagamenti e danni simili a quelli registrati nel corso della primavera di quest’anno», ha annunciato il sindaco Franco Artusio, che poi ha proseguito: «I lavori saranno concentrati sul versante ovest, nella zona di Racca, Castelrotto, Montebello e Bassi. Proprio l’area che si affaccia su Piobesi e Corneliano, infatti, è stata quella che ha registrato i maggiori danni nel corso delle ultime violentissime piogge».

Anche altri Comuni della sinistra Tanaro hanno visto l’avvio di numerosi cantieri nelle scorse settimane.

A Castagnito sono iniziati i lavori per l’ampliamento del cimitero, con la realizzazione di nuovi loculi. L’intervento, che complessivamente costerà 90mila euro, è stato appaltato alla Agrigarden di Torino, che ha offerto un ribasso del 17,4 per cento. Anche il Comune di Piobesi è intervenuto sul cimitero comunale, dove in queste settimane si stanno realizzando i nuovi ossari. Magliano, invece, ha scelto di concentrarsi sulla sicurezza del belvedere e del parco Alfieri. Sono iniziati i lavori di abbattimento di 14 abeti, che saranno sostituiti da altrettante nuove piante. L’intervento è stato appaltato alla ditta Green service di Alba per un totale di 20mila euro.

Nel numero 27 di Gazzetta in edicola da martedì 3 luglio, tutti gli approfondimenti sugli interventi previsti e in corso anche a Sommariva del Bosco, Santa Vittoria, Vezza e Santo Stefano Roero

Alessia M. Alloesio