Mataria ‘d Langa anima Roddino con rock e teatro

EDIZIONE 27 Dal 19 al 22 luglio nella piazza ospiti i Divina, poi Bonfanti e Finardi
Una grande festa che ritorna da ventisette edizioni e che ogni anno riesce a coinvolgere tutta la cittadinanza, a suon di musica, teatro e gastronomia. Dal 19 al 22 luglio, a Roddino andrà in scena la Mataria ’d Langa, organizzata dall’associazione turistica Pro loco Roddino.
Lo scorso anno hanno collaborato in prima persona all’organizzazione 73 dei 384 abitanti del paese, segno tangibile di un evento che non vuole perdere la sua essenza, come spiega il presidente della Pro loco, Marco Andriano: «Quando iniziammo con la Mataria ’d Langa, il nostro obiettivo era portare qualcosa di bello e culturale sulle colline. E allo stesso tempo mettere al centro i cittadini di Roddino, che da sempre rendono unico il nostro paese. Per questi motivi, oggi come allora, non aspiriamo ad affermarci come un festival, ma a rimanere una coinvolgente festa di paese». La prima serata, giovedì 19 luglio, sarà all’insegna dei successi intramontabili della musica dance, con i Divina e il loro spettacolo adrenalinico, che li ha resi noti in tutta Italia.

Venerdì 20 luglio, dalle 21,15, tornerà a esibirsi «un grande amico del nostro paese e una presenza fissa della Mataria», come precisa Andriano: Paolo Bonfanti, esponente del blues a livello internazionale. Subito dopo, salirà sul palco Eugenio Finardi, nome di primo piano del cantautorato italiano, per la prima volta a Roddino, ma con il quale si è subito instaurata un’ottima sintonia.

Eugenio Finardi

Sabato 21 luglio sarà la volta dei Gang, celebre gruppo folk rock, già protagonisti della scorsa edizione della manifestazione. «Lo scorso anno sono arrivate persone da tutta Italia per ascoltarli e l’edizione 2018 non sarà da meno. Sarà uno spettacolo unico», anticipa il presidente della Pro loco. Sul palco non saranno soli, ma accompagnati da Jono Manson, cantautore di Santa Fè, già collaboratore di Edoardo Bennato, Pete Seeger e Bruce Springsteen, oltre ad aver prodotto gli ultimi due album dei Gang. Ma ci sarà anche Max Marmiroli, uno dei sassofonisti della scena rock più apprezzati in Italia e in Europa.
A chiudere la Mataria ’d Langa, domenica 22 luglio sarà la compagnia del Nostro teatro di Sinio, che dalle 21.15 porterà in scena la commedia piemontese Tòte vigiòte, scritta e diretta da Oscar Barile.

Di certo, durante le quattro serate, non mancheranno i piatti della tradizione (o fatti con prodotti nostrani), dagli hamburger di fassona ai tajarin, dalla tuma alle acciughe al verde, senza dimenticare le grigliate e l’immancabile torta di nocciola.

Francesca Pinaffo