Il centro culturale San Paolo introduce all’arte iconografica cristiana

ALBA  Il centro culturale San Paolo ha preparato un percorso dedicato all’arte cristiana del primo millennio. L’approfondimento riguarderà i significati estetici, teologici e spirituali del tesoro di immagini con le quali la Chiesa ha vissuto e annunciato il mistero della fede e la sua partecipazione alla vita divina. Le lezioni inizieranno il 28 settembre, nella sede del centro culturale, in piazza San Paolo 14, a fianco del tempio di San Paolo. Terrà il corso Luisa Sesino: laureata in filosofia a Torino, dal 1993 pratica l’attività di iconografa, unendo alla pittura e al restauro di opere antiche un lavoro di ricerca e di divulgazione dei contenuti dell’arte cristiana attraverso conferenze, corsi, seminari e mostre sul tema in Italia e all’estero. Su questi temi, oltre a diversi articoli, nel 2002 ha pubblicato il saggio Sapersi amati. Guardare le icone per diventare icona, edito da Effatà. I temi trattati saranno: L’immagine cristiana; Immagini della creazione; Il simbolismo della croce; Anastasis: l’icona della Pasqua; L’iconografia dell’Ascensione e il mistero della Chiesa.

Nell’ultimo incontro, previsto per l’8 novembre, interverrà monsignor Dèrio Olivero, vescovo di Pinerolo, per parlare di “Arte e vita: La morte della Vergine di Caravaggio”. Per informazioni contattare don Giuliano Censi: telefono 335-73.69.882; posta elettronica giuliano.censi@stpauls.it.