Enrico Faccenda resta a capo del Mercato che muta

CANALE I soci sono soddisfatti dei conti positivi e dell’export in crescita

Entro la fine del 2018, il Mercato ortofrutticolo del Roero dovrà trasformarsi, per ottemperare alle disposizioni dettate dalla legge Madia. Durante l’assemblea dei soci si è dibattuto su questo argomento, per cercare il modo migliore di rispettare la legge, conservando però l’attività mercatale. «L’idea è di trasformare la società consortile in una forma diversa di aggregazione», spiega il direttore Massimo Torchio. Il presidente Enrico Faccenda valuterà con un consulente tecnico quali saranno le soluzioni più adeguate per la trasformazione.

L’assemblea dei soci ha anche riconfermato fino al 2020 il mandato di amministratore unico allo stesso Faccenda. Ma tale carica dovrà essere rivalutata nel momento in cui la società verrà trasformata. I soci hanno poi approvato il bilancio 2017, che chiude con un utile di 3mila euro, dopo aver dedotto 115mila euro di ammortamenti. Il bilancio preventivo 2018 è stato approvato in pareggio, confermando il buono stato di salute della società.

Come il conto economico, anche il sunto delle attività dell’ente ha riservato soddisfazioni ai soci, che hanno visto incrementare le attività di valorizzazione delle produzioni locali e intensificarsi i flussi di merce destinati alle piazze inglesi e francesi.

Ecco nelle foto qui sotto, scattate da Severino Marcato, contrattazioni e scambi all’interno del mercato canalese.

In merito all’andamento delle produzioni, Massimo Torchio sottolinea che «dopo l’avvio ritardato a seguito del perdurante maltempo, la stagione produttiva è proseguita in modo più regolare, fatta eccezione per alcune grandinate che hanno colpito in modo intenso porzioni ridotte di territorio. La qualità dei prodotti è elevata e si attesta un buon riscontro commerciale degli stessi».

Elena Chiavero