Ad Alba si apre un festival a tutto jazz con Milleunanota

ALBA Sta per iniziare la sesta edizione della rassegna Jazz&Co, organizzata dall’associazione Milleunanota. Com’è ormai tradizione, sarà la chiesa di San Giuseppe ad accogliere la manifestazione, che porterà ad Alba nomi di primo piano del jazz e della musica contemporanea internazionale.

Il concerto di apertura, in programma per venerdì 12 ottobre alle 21, avrà come protagonista il pianista milanese Antonio Zambrini, che proporrà un’esibizione elegante e al contempo sorprendente. I suoi brani sono stati incisi da musicisti di spicco, come il trombettista newyorkese Ron Horton e il pianista Stefano Bollani, senza dimenticare le collaborazioni con Mark Murphy, Enrico Rava, Lee Konitz, Tiziana Ghiglioni e William Parker, solo per citarne alcuni.

Come i prossimi concerti, il biglietto è acquistabile al botteghino prima dell’inizio della serata o telefonando al numero 334-78.67.028 (il prezzo è sette euro; gratis per i ragazzi con meno di 14 anni). In più, in collaborazione con Dragonfly recording e con la cooperativa libraria La torre, per sabato è in programma l’incontro gratuito con Guido Michelone, insegnante di storia del jazz al conservatorio di Alessandria e alla Cattolica di Milano. Alle ore 18, nella sede di Milleunanota (via Pierino Belli 12), l’autore parlerà di musica a partire dai suoi recenti libri Il Michelone. Nuovo dizionario del jazz e Voglio trovare un senso. Quando la musica emoziona anche a parole.

A proposito della rassegna, commenta Adriana Riccomagno, nuova presidente di Milleunanota: «Jazz&Co è pensata come una vetrina non solo di jazz, ma anche di musica contemporanea: la musica è un elemento liquido, che si arricchisce grazie allo scambio di elementi e ingredienti. Così come assaggiare un tartufo, è un’esperienza multisensoriale: partecipare ai concerti della rassegna permette di scoprire la varietà del panorama musicale, con artisti di grande livello». E l’edizione di quest’anno avrà di certo un sapore speciale, perché l’associazione si prepara a festeggiare il decimo anno di attività sul territorio: «Milleunanota è nata nel 2009, da un’idea di Filippo Cosentino, che è riuscito a coinvolgere me e altri giovani di Alba, Bra, Langhe e Roero: in dieci anni siamo cresciuti e abbiamo ottenuto molte soddisfazioni. Il nostro obiettivo è cercare di proporre interventi culturali a basso impatto, con una spesa sostenibile, evitando gli sprechi e ottimizzando al massimo le possibilità offerte dai moderni mezzi di comunicazione. Un ringraziamento va ai tanti sostenitori, con i quali in questi anni sono nate vere sinergie. Oggi il nostro è un pubblico trasversale, che partecipa con entusiasmo agli eventi musicali, con artisti molto noti ma anche di nicchia ed emergenti, così come ai laboratori e alle presentazioni».

Francesca Pinaffo