Gli studenti del Da Vinci al festival della scienza di Settimo Torinese

ALBA «Se è vero, come sosteneva Ludwig Feuerbach, che “Siamo ciò che mangiamo” la cucina molecolare rappresenta un’interessante ipotesi di futuro». A sostenerlo è Alice Vero, studentessa della quinta AS del liceo Da Vinci, illustrando il progetto che è stato presentato ieri 15 ottobre al festival della scienza di Settimo Torinese. Il menù di cucina molecolare, dall’aperitivo al dolce, preparato dagli studenti del Da Vinci, sarà protagonista del festival scientifico torinese ancora oggi, 16 ottobre e sabato 20.

Ecco le studentesse del Da Vinci, nel laboratorio di chimica, insieme al professor Pierluigi Galluccio.

 

Ad illustrarne le potenzialità e caratteristiche saranno le studentesse della quinta As e della quinta Cs del liceo Leonardo Da Vinci. Ad accompagnarle sarà il professor Pierluigi Galluccio, che già l’anno scorso aveva puntato sulla cucina molecolare quale esempio di chimica applicata alla quotidianità.
Pierluigi Galluccio è soddisfatto: «Il progetto dell’anno scorso è piaciuto tanto che quest’anno ci hanno chiesto di tornare e ampliarlo. Porteremo diversi piatti già pronti e altri li prepareremo al momento, per mostrare come si possa cucinare con metodi alternativi e non convenzionali. Esperti scientifici e manager di importanti ditte chimiche, farmaceutiche, alimentari e cosmetiche saranno presenti. Per i nostri ragazzi è una bella opportunità di far notare la loro creatività».

v.p.