Alba: altri sei mesi di lavori per potenziare i lampioni cittadini

ALBA Prosegue l’ammodernamento della rete di illuminazione pubblica cittadina. Dopo aver assegnato la gestione ventennale di quasi seimila punti luce di proprietà comunale a Egea produzione e teleriscaldamento (che ha poi ceduto alla ditta Ardea energia) e Iren, da pochi mesi, l’Amministrazione comunale ha acquisito anche gli impianti cittadini che erano di Enel sole e li ha integrati nell’appalto globale. Oggi il Comune è proprietario di tutto il sistema di illuminazione pubblica.
A ottobre sono iniziati i lavori per il risparmio energetico, l’ammodernamento tecnologico e l’adeguamento alle norme di questi lampioni. Gli interventi avranno una durata di circa sei mesi.
Via rio Misureto, strada Croci e strada Profonda hanno già visto la conclusione dei cantieri e nelle prossime settimane si lavorerà in località Santa Rosalia, strada Rorine, corso Enotria, via Wuillermin, via De Amicis, via Sabotino, via Partigiani e nelle frazioni Piana Biglini, Gallo e Mussotto.
Poi si proseguirà nel resto delle vie cittadine e nelle rimanenti frazioni. I lavori prevedono non soltanto l’installazione di nuovi punti luce con lampade a Led, ma consistono anche nel rifacimento di buona parte delle linee di alimentazione e nella sostituzione dei quadri elettrici obsoleti. Per garantire migliore illuminazione e un minore consumo, i nuovi lampioni saranno collegati al sistema di telecontrollo in grado di verificare in tempo reale lo stato di efficienza di tutti i componenti.
Altri 5.738 punti luce cittadini sono stati ammodernati negli scorsi anni come previsto dall’appalto. Gli importi investiti nell’operazione derivano dal risparmio energetico ottenuto, mentre il Comune paga al concessionario un canone annuale fisso.