Mettiamocela tutta per la pace e la solidarietà

ALBA Con il maltempo è arrivato anche l’inverno.  E con l’inverno si  approssima il Natale. Questa ricorrenza,  che auguro per tutti  serena e festosa, coglie l’Amministrazione  comunale in un momento  di intensa attività.  Proprio nei giorni in cui stendo queste righe,  si sono avviati i lavori  di costruzione di un’opera che renderà più facili  i collegamenti pedonali  tra il centro storico  e la zona di via Ognissanti: la passerella che scavalcherà i binari a fianco della stazione ferroviaria.  E in questi stessi giorni  ci siamo determinati  ad aprire agli studenti, il prossimo 4 febbraio,  la nuova scuola media  della Moretta: una sede finalmente adeguata, moderna, attrezzata per tanti ragazzi e assai più vicina alla zona in cui abitano.

L’oculata gestione  di bilancio degli ultimi  dieci anni ha consentito  di giungere a questi risultati, che si sommanoalla miriade di altri interventi in corso di realizzazione o di prossimo inizio. Ma in queste settimane – al di là delle nostre, tutto sommato, piccole faccende – ci preoccupa il clima mondiale, dominato da una dilagante disunione e da una crescente  diffidenza reciproca.

Tutte cose che possono mettere in pericolo la pace. Come preoccupa il clima  di casa nostra, in cui  la quotidiana istigazione all’odio e all’esclusione, condite da un insieme  di paure artificiosamente create, prepara anche  per le Amministrazioni pubbliche momenti duri. Momenti in cui dovremo impegnarci sempre più  a non lasciare nessuno  per strada e a dare  assistenza a quanti  ne hanno bisogno. Il Bambino che viene, migrante e poi esule,  ci infonda pensieri di amore, di solidarietà e di pace.

Maurizio Marello sindaco di Alba