Sos compiti: serata sulle difficoltà di apprendimento con l’Associazione italiana dislessia

CUNEO Problema compiti: l’Associazione italiana dislessia organizza, a Cuneo, per giovedì 13 dicembre alle 21 nella sede de La guida in via Bono 5, una serata sul tema delle difficoltà di apprendimento, dal titolo “Sos compiti: strumenti e strategie per aumentare l’efficacia e diminuire la fatica”. L’incontro, in collaborazione con l’associazione Altraidea Cuneo, avrà come relatori lo psicologo esperto in disturbi specifici dell’apprendimento Roberto Lingua e la docente e referente disturbi specifici dell’apprendimento (Dsa) Laura Barile.

«Quello dei compiti è, per ogni studente, un momento quasi sempre tutt’altro che atteso o piacevole, se poi l’alunno in questione presenta un disturbo specifico dell’apprendimento, le attività assegnate da svolgere a casa possono risultare ancora più faticose e frustranti. Per questo, trovare una strategia efficace che renda lo studio, tanto per i genitori quanto per i figli non un lavoro stressante ma una attività se non piacevole almeno che dia soddisfazione, è un risultato importante e da perseguire. Ci sono alcune strategie, a volte davvero semplici, che rendono l’approccio al compito più veloce e immediato. Oggi inoltre con la presenza della tecnologia si possono approcciare i compiti con più attrattiva per i ragazzi: l’uso di mappe, per semplificare e ricordare, di video per aggiungere fascino ad un argomento o per chiarire un esperimento di chimica o di fisica possono davvero essere utili a tutti i ragazzi e non solo a chi ha una difficoltà con l’apprendimento con i metodi tradizionali», spiega la presidente provinciale del sodalizio Giuliana Chiesa.

Utile ad esempio l’ascolto dei materiali didattici: «I ragazzi con Dsa sono quasi sempre più creativi della media degli studenti, ma hanno più difficoltà con la lettura del testo scritto e a memorizzare formule o date. Per loro è più efficace ascoltare un testo audio o apprendere guardando un video che non leggere una pagina del libro di testo. Per questo la nostra associazione fornisce da anni gratuitamente a tutti i ragazzi con certificazione una copia di tutti i libri di testo scolastici in formato Pdf per permettere loro di “leggerlo con le orecchie”. Se per tutti leggere e comprendere un testo è un’attività che necessita di un consumo energetico, per un ragazzino con Dsa le energie necessarie sono il triplo. Infatti nelle persone senza disturbo specifico di apprendimento le energie si bruciano durante il processo di comprensione, nel caso di persone con Dsa il consumo si ha nella fase di lettura, processo di decodifica non automatico che ha bisogno di un controllo attentivo. Succede così che, quando ho finito di leggere, ho investito così tante risorse nella decodifica del testo che non ho compreso il contenuto di quanto ho letto e sono troppo stanco e demotivato per riprovarci. Leggendo con le orecchie il ragazzo può trovare la sua personale velocità di lettura, tornare indietro se non ha capito, riascoltare una parte del testo, esattamente come fa normalmente un lettore, consumando però meno energie, facendo meno fatica ed evitando di vivere una sensazione di impotenza e di frustrazione», dichiara Chiesa.

L’appuntamento è alle 21 alla sede de La guida in via Bono 5; è aperto al pubblico e a ingresso gratuito. Per chi fosse interessato sarà rilasciato attestato di partecipazione.

Per ulteriori informazioni sull’associazione, visitare www.aiditalia.org o cuneo.aiditalia.org, o scrivere a cuneo@aiditalia.org o telefonare al numero 351-01.27.724.

Adriana Riccomagno