Su questo sito utilizziamo cookie tecnici.

Monticello: l’arte rende più bello il muro di cemento

BANDO Il Comune di Monticello ha partecipato al bando Distruzione 2017 per trovare un rimedio all’antiestetico muraglione in cemento armato che, in via Margherita, di fronte all’ingresso del Municipio, deturpava l’armonia del centro storico. Spiega il primo cittadino Silvio Artusio: «Grazie al contributo ricevuto dalla fondazione Crc è stato possibile coinvolgere l’artista Valerio Berruti per la realizzazione di un’installazione artistica che mitigasse l’antiestetica salita alla Villa. Successivamente, visto che la fondazione ha ritenuto interessanti le potenzialità del progetto, il contributo iniziale è salito a circa 75mila euro, permettendo così di realizzare un’autentica opera d’arte monumentale che, oltre ad abbellire la zona, costituirà una vera e propria attrazione turistica». Oggi le enormi mattonelle di cemento che costituiscono l’opera sono state fissate al muraglione: il soggetto (una moltitudine di figure infantili) è pienamente in linea con la cifra stilistica dell’artista e può essere letto come una rappresentazione della libertà di pensiero e di espressione.

Il Comune si è fatto carico, per una somma complessiva di 18mila euro, della posa dell’opera, dell’installazione di una striscia di illuminazione a Led e della manutenzione della piccola area verde alla base del muro. Il termine dei lavori verrà celebrato con un’adeguata inaugurazione nel mese di aprile.

L’Amministrazione comunale di Monticello ha partecipato anche al bando del 2018 per mitigare un’altra parete in calcestruzzo costruita negli anni ’50 in via Sommariva Perno. Il muro, che si trova a ridosso del parco del castello dei conti Roero, risulta incoerente sotto il profilo estetico e architettonico con la configurazione del borgo. L’idea progettuale, ancora in corso di selezione, propone di rivestire l’antiestetico manufatto con una parete di mattoni a vista o con una soluzione di ingegneria ambientale (composta da legno e verde naturale), oppure tentare nuovamente un’azione di camouflage con opere artistiche.

Oltre a migliorare l’armonia estetica dell’intero borgo, l’intervento consentirebbe una riqualificazione architettonica della piazzetta attigua, aumentandone così le possibilità di fruizione.

Federico Tubiello