Su questo sito utilizziamo cookie tecnici.

Scarichi abusivi nel rio Gamba a Dogliani: denunciato un allevatore di suini

DOGLIANI Il personale del servizio associato di Polizia locale Dogliani-Farigliano,  in seguito alla segnalazione di alcuni cittadini che hanno notato una colorazione scura anomala con schiuma nel torrente Rea, ha accertato un grave fenomeno di inquinamento in una frazione di Dogliani. Sono intervenuti i tecnici dell’Arpa di Cuneo e del Servizio veterinario dell’Asl Cn1, per i rilievi e le verifiche necessarie all’identificazione dell’agente inquinante. Il tempestivo intervento congiunto di Polizia locale e Arpa ha interrotto gli scarichi abusivi nel rio Gamba,  che confluisce nel Rea, evitando un grave danno ambientale all’ecosistema fluviale. Inoltre sono state  impartite le prescrizioni per la  bonifica dei siti interessati dall’evento.

Gli operatori di Polizia locale, risalendo il  rio Gamba  hanno accertato lo sversamento di liquame suino proveniente da un allevamento intensivo con discesa diretta  nel rio Gamba. Durante l’ispezione dell’allevamento sono emerse numerose irregolarità. Si è constatato che, tramite una pompa a immersione e una tubazione in gomma, i liquami erano riversati sulla parete rocciosa perimetrale al rio Gamba, finendo in acque demaniali. Inoltre, nell’area di pertinenza dell’allevamento sotto un cumulo di terra, sono state rinvenute carcasse di suini, che sono state sequestrate  e inviate al dipartimento di scienze veterinarie dell’Università di Torino per  accertare la data dell’interramento, l’eventuale causa di morte e la presenza di malattie infettive.

Il responsabile dell’attività di allevamento di suini è stato deferito all’Autorità giudiziaria per smaltimento illecito di rifiuti costituiti da liquami reflui di origine agricola e smaltimento non autorizzato mediante interramento di sottoprodotti di origine animale.